Pignoramento dell'usufrutto - Può essere espropriata l'intera proprietà?

In caso di ipoteca sull'usufrutto di una casa il creditore titolare dell'ipoteca può espropriare l'intero bene salvo poi dalla somma ricavata dare al nudo proprietario il valore corrispondente?

Il codice civile (articolo 2810) ammette la possibilità dell'ipoteca sull'usufrutto: ma resta esclusa la ipotecabilità dei diritti reali di uso e di abitazione, dei quali non è possibile neppure la cessione dell'esercizio. Essi, infatti, non si possono cedere, né dare in locazione.

Le ipoteche costituite sull'usufrutto si estinguono col cessare dello stesso usufrutto, ma mai per rinuncia dell'usufruttuario o per acquisto della nuda proprietà da parte dell'usufruttuario: non può infatti ammettersi che dalla volontà del debitore dipenda la perdita delle garanzie da lui conferite al creditore.

L'ipoteca iscritta sull'usufrutto garantisce il creditore dell'usufruttuario debitore dalla possibilità che quest'ultimo ceda a terzi il diritto di usufrutto senza saldare il proprio debito. Il creditore ipotecario dell'usufrutto può espropriare il debitore del diritto di usufrutto, ma non può espropriare il nudo proprietario non debitore.

Solo il creditore garantito da ipoteca sulla nuda proprietà è legittimato ad espropriare il bene immobile nella sua totalità, salvo poi scomputare dal ricavo e restituire il valore dell'usufrutto all'usufruttuario non debitore.

22 agosto 2019 · Carla Benvenuto

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento usufrutto
usufrutto e nuda proprietà

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca