Pignoramento usufrutto e incapacità sopravvenuta

Attenzione » il contenuto di questa discussione è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Argomenti correlati:

Sono il tutore di un amico sfortunato che causa lesioni riportate dopo un incidente è ricoverato in maniera permanente istituto, incapace di intendere e di volere. Il mio tutelato si manteneva con lavori occasionali e viveva in una mini casetta di campagna (poco più di una rimessa per attrezzi) di proprietà di un altro nostro amico che gli aveva ceduto l’usufrutto in cambio della ristrutturazione del piccolo immobile; poco prima dell’incidente avevo saputo che l’Esatri gli aveva pignorato l’usufrutto per multe e bolli non pagati tanti anni fa. Indagando ora è emersa una situazione debitoria di 170 mila euro, la cifra continua a lievitare per gli interessi che si accumulano, ma non avendo proprietà ne eredi ne parenti in vita è una cifra che non verrà mai pagata e che supera di 5 volte il valore dell’usufrutto e nuda proprietà messi insieme.

E’ possibile chiedere l’annullamento delle cartelle per incapacità sopravvenuta?

Non mi risulta sia possibile, ma nemmeno posso escluderlo: mi spiace di non essere riuscito a soddisfare la sua aspettativa di informazione.

18 Aprile 2012 · Giovanni Napoletano

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Usufrutto e pignoramento
L'usufrutto è un diritto, quantificabile in valore e come tale pignorabile in caso di insolvenza debitoria. Il calcolo avviene sulla base del valore catastale dell'immobile e su tabelle attuariali. Se parliamo di usufrutto vitalizio, il suo valore si calcola applicando un determinato coefficiente (relativo all'età dell'usufruttuario) - che tiene anche conto del saggio legale d'interesse - al valore catastale aggiornato della piena proprietà del bene. Ad esempio dato 200.000 Euro il valore della piena proprietà e in 51 gli anni dell'usufruttuario, si ha che: - l'usufrutto vale: 200.000 x 23% = 46.000 Euro - la nuda proprietà vale (specularmente): 154.000 ...

Pignoramento ed espropriazione del diritto di usufrutto su un immobile
Sono una disoccupata 60 enne: ho accumulato un debito di circa 70 mila euro con una banca, per attività finite male, debito che, purtroppo, non posso più rimborsare: non percepisco redditi da pensione o da stipendio, non possiedo immobili ma solo un usufrutto vitalizio donatomi da mio zio per un appartamento del valore di circa 200 mila euro, in cui vive una mia cugina a cui è stata lasciata in eredità la nude proprietà. Al massimo, a 67 anni percepirò l'assegno sociale, che, a quanto mi dicono, è impignorabile. L'usufrutto è pignorabile? ...

pignoramento usufrutto e incapacità
Non mi risulta sia possibile, ma nemmeno posso escluderlo: mi spiace di non essere riuscito a soddisfare la sua aspettativa di informazione. ...