Vorrei chiedere un anticipo del TFR ma il mio stipendio è pignorato da Equitalia

Ho un contratto di lavoro a tempo indeterminato da circa 10 anni, vorrei chiedere un anticipo sul TFR per spese mediche: il mio stipendio è pignorato da Equitalia. Possono pignorare anche l'anticipo del TFR? in che misura? grazie

Privati, banche e finanziarie possono pignorare l'anticipo del Trattamento di Fine rapporto (TFR) nella misura massima del 20%.

Per quanto attiene invece il pignoramento esattoriale ad opera di concessionarie della riscossione (Equitalia, So.g.e.t ed altre società che agiscono per gli enti locali) le somme dovute a titolo di anticipo del TFR possono essere pignorate in misura pari ad un decimo per importi fino a 2.500 euro e in misura pari ad un settimo per importi superiori a 2.500 euro e non superiori a 5.000 euro; resta ferma la misura del 20%, se le somme dovute a titolo di anticipo del TFR superano i cinquemila euro.

In base all'articolo 545 del codice di procedura civile, le somme dovute a titolo di anticipo del TFR possono essere pignorate nella misura massima di un quinto per i tributi dovuti allo Stato, alle province e ai comuni.

Pertanto, possono sussistere due pignoramenti esattoriali sullo stesso anticipo del TFR se l'importo è inferiore ai 5 mila euro: purchè il prelievo complessivo non ecceda il quinto.

10 maggio 2015 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

anticipo tfr
pignoramento del trattamento di fine rapporto (TFR)

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Difficoltà economiche » Possibilità di anticipo del Tfr
In caso di gravi difficolta economiche, a norma di legge, è possibile richiedere l'anticipo del Tfr. Le famiglie, ormai sempre più indebitate, per superare i momenti di difficoltà economiche sono sempre più costrette ad attingere da ogni fonte per far fronte ad esigenze di immediata liquidità. La soluzione, purtroppo, più ...
Quando il pignoramento di stipendi e pensioni è effettuato direttamente da Equitalia
Le somme dovute a titolo di pensione, di stipendio, di salario o di altre indennità relative al rapporto di lavoro o di impiego, comprese quelle dovute a causa di licenziamento, possono essere pignorate dall'agente della riscossione in misura pari ad un decimo per importi fino a 2.500 euro e in ...
Tfr » Quando è possibile richiederlo anticipatamente?
Alla fine del rapporto di lavoro il lavoratore ha diritto ad una somma di denaro, detta trattamento di fine rapporto (TFR) e comunemente nota come liquidazione. Tuttavia, in alcuni casi, il lavoratore che abbia almeno otto anni di servizio presso lo stesso datore di lavoro può ottenere, una sola volta ...
Pignoramento conto corrente » L'ultimo stipendio non si tocca
Il pignoramento, da parte di Equitalia, non si estende mai all'ultimo stipendio versato sul conto corrente intestato al lavoratore. Dopo 60 giorni dalla notifica della cartella esattoriale, in caso di pagamento non effettuato, l'Agente della riscossione (per esempio, Equitalia) può attivare il cosiddetto pignoramento presso terzi, una forma cioè di ...
Pignoramento stipendi e pensioni depositati su conto corrente » Equitalia non può farlo su ultimi accrediti
Equitalia non può effettuare il pignoramento dell'ultimo stipendio o pensione » Il decreto del fare L'ultimo emolumento del rapporto di lavoro o di pensione non può essere congelato dall'agente di riscossione dello Stato (equitalia) con il pignoramento presso terzi. Lo stop ai pignoramenti di Equitalia riguarda solo le somme depositate ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca