Pignoramento dello stipendio per 1/8 ma il datore di lavoro continua ad accantonare il quinto

Argomenti correlati:

A mio marito, ad ottobre 2018, viene emesso un atto di pignoramento presso terzi di 1/5 dello stipendio, il datore di lavoro inizia ad accantonare in attesa di udienza, il 21 gennaio 2019 mio marito si presenta davanti al giudice il quale decide che la somma da pignorare sia di 1/8 e non più il quinto e che venga restituita la somma di di differenza accantonata fino ad ora. Arriva lo stipendio e troviamo la sorpresa: pignoramento del quinto con un debito residuo maggiore di quello deciso dal giudice e nemmeno un centesimo del rimborso. Possiamo agire in qualche modo? A chi possiamo rivolgerci per ottenere quanto deciso dal giudice? Avrebbe senso andare direttamente dal giudice a chiedere visto che non sono state rispettate le sue direttive?

Il datore di lavoro, quando gli viene notificato un atto di pignoramento della retribuzione del dipendente debitore, è obbligato, per legge ed in qualità di custode, ad accantonare un quinto della busta paga fino al raggiungimento di una somma pari a quella precettata dal creditore aumentata della metà oppure fino al decreto di assegnazione del giudice che fissa la quota effettivamente pignorabile e l’entità del debito residuo.

Ora, può darsi che al datore di lavoro non sia stato ancora notificato il decreto di assegnazione del giudice oppure che l’ufficio del personale non abbia fatto in tempo a configurare il software che elabora le buste paga in base ai nuovi parametri emersi con il decreto di assegnazione.

Molto probabile, pertanto, che le cose, compresa la restituzione delle somme accantonate in eccedenza rispetto alla quota di 1/8 decisa dal giudice, vadano a posto con la busta paga di febbraio.

6 Febbraio 2019 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Pignoramento dello stipendio presso terzi - Il datore di lavoro può licenziare mio marito?
In riferimento a questa discussione aggiungo quanto segue: nell'atto di pignoramento presso il datore di lavoro notificato da banca IFIS è intimato, per un debito di quasi 12 mila euro, un importo da pagare fino alla concorrenza di 18 mila. Che significa? Come procedono con il pignoramento? Loro prendono i soldi dalla ditta e a sua volta il datore di lavoro preleverà dallo stipendio di mio marito? Oppure tutti i soldi saranno presi solo dallo stipendio direttamente. E di che somma si tratterebbe? Può la ditta licenziare mio marito? ...

Pignoramento del conto corrente su cui viene accreditato uno stipendio già pignorato dal datore di lavoro
Esempio pratico: stipendio al netto di contributi € 2500, cessione quinto € 500, prestito delega € 500, futuro pignoramento presso terzi alla fonte (datore di lavoro) per debito di natura ordinaria € 500 (un quinto). Domanda: utilizzando un c.c. bancario unicamente per appoggio versamento stipendio, quale potrebbe essere l'eventuale ulteriore pignoramento (dopo il versamento dello stipendio già decurtato del quinto pignorato alla fonte) per ulteriori debiti ordinari? Un quinto della somma versata? In questo caso il quinto ulteriore si calcola sul netto versato (quindi, nell'esempio € 1000 versati) quindi ulteriore pignoramento di € 200, o sul netto totale dello stipendio ...

Pignoramento del quinto dello stipendio presso il datore di lavoro e dell'intero saldo di conto corrente, eccedente il triplo dell'assegno sociale, presso la banca - Possono coesistere
Mi è stato già pignorato il quinto dello stipendio presso il datore di lavoro da parte di un recupero crediti e mi aspetto a giorni un altro pignoramento di un altro recupero crediti. Sono consapevole che se lo stipendio è già pignorato da parte un creditore della stessa natura, il secondo creditore si deve accodare fino a quando il primo creditore non sia stato soddisfatto. Mi chiedevo se il secondo creditore può pignorare il quinto dello stipendio direttamente in banca, essendo consapevole che presso il datore di lavoro non verrebbe soddisfatto fino all'estinzione del primo pignoramento. Se fosse possibile mi ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento dello stipendio per 1/8 ma il datore di lavoro continua ad accantonare il quinto