Pignoramento dell’indennità percepita dal debitore a titolo di risarcimento per licenziamento illegittimo

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!



E’ arrivato in azienda un atto di pignoramento verso terzi nei confronti di un lavoratore che ad oggi risulta licenziato ma deve solo percepire un’indennità risarcitoria a seguito di conciliazione in sede sindacale.

L’articolo 545 del codice di procedura civile è chiarissimo: le somme dovute da privati a titolo di stipendio, di salario o di altre indennità relative al rapporto di lavoro o di impiego, comprese quelle dovute a causa di licenziamento, possono essere pignorate nella misura autorizzata dal presidente del tribunale o da un giudice da lui delegato per crediti alimentari; nella misura di un quinto per i tributi dovuti allo Stato, alle province e ai comuni, ed in eguale misura per ogni altro credito.

26 Ottobre 2018 · Tullio Solinas



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento dell’indennità percepita dal debitore a titolo di risarcimento per licenziamento illegittimo





Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!