Pignoramento del ricavato dalla vendita di un terreno di proprietà del debitore


Con pignoramento 1/5 pensione in atto, un decreto ingiuntivo in attesa su quali beni intervenire, qualora si concreti la vendita di un immobile (terreno) se la somma può essere pignorata totalmente, essendo inferiore al debito, ovvero sempre nella quota di un quinto.

Se il terreno è stato già ipotecato dal creditore, l’acquirente si assicurerà, prima di corrispondere il prezzo pattuito, che il bene immobile sia libero da vincoli ipotecari e il debitore che vende dovrà estinguere l’ipoteca, pagando al creditore l’intero importo garantito.

Altrimenti, il creditore potrà pignorare il saldo di conto corrente del debitore dopo che su di esso sia stato accreditato il ricavato della vendita, fino a soddisfazione del credito e senza alcuna limitazione di un quinto.

Se il terreno non è stato ancora ipotecato, con il decreto ingiuntivo non opposto, il creditore potrà iscrivere ipoteca sul bene immobile.

Il pignoramento in corso della pensione sarebbe rilevante nel contesto qui riportato se, e solo se, il creditore pocedente decidesse di avviare azione esecutiva di pignoramento della pensione, cosa che appare assai difficile considerando che il rateo mensile è già impegnato e che il debitore possiede un bene immobile.

20 Ottobre 2019 · Piero Ciottoli



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento del ricavato dalla vendita di un terreno di proprietà del debitore