Rendita INAIL - E' pignorabile?

Mio padre ha avuto un incidente sul lavoro nel 2008: gli è stata riconosciuta una rendita Inail a vita come risarcimento per il fatto che è rimasto invalido al 100%, a noi risulta non pignorabile.

In precedenza lui aveva una ditta, che per varie vicessitudini aveva lasciato dei debiti. Oggi andando in posta si trova un blocco sul suo libretto dove riceve solo l'indennizzo dell'Inail, quei soldi gli servono per curarsi e mangiare.

A chi dobbiamo rivolgerci per far sbloccare quei soldi, ho letto dappertutto che non sono pignorabili come fa un giudice a bloccarli senza informarsi che è un'indennizzo Inail.

Le rendite erogate dall'Inai! per infortunio sono pignorabili solo se si tratta di crediti alimentari.

Nel caso specifico, trattandosi di crediti accumulati del debitore nel corso dell'attività di lavoro autonomo, la rendita non poteva essere pignorata: ma va anche detto, per giustificare l'operato del giudice che egli ha disposto il pignoramento del libretto postale di risparmio e non quello della rendita.

Purtroppo, servirà un avvocato per presentare ricorso al giudice delle esecuzioni del Tribunale territorialmente competente, qualora, come riferito, sul libretto di risparmio postale afferiscono esclusivamente gli accrediti della rendita Inail.

2 maggio 2018 · Chiara Nicolai

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento rendita inail

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Sinistro stradale e risarcimento danni » Non si può sommare indennizzo dell'Inail a quello dell'assicurazione rc auto del danneggiante
In tema di sinistro stradale e risarcimento danni, non si può sommare l'indennizzo corrisposto dall'Inail a quello convenuto dalla compagnia assicurativa con la polizza rc auto. Qualora l'Inail, a seguito di sinistro stradale, abbia provveduto a liquidare al danneggiato una rendita capitalizzata, le somme corrisposte dall'ente previdenziale devono essere detratte ...
Limiti di pignorabilità della rendita INAIL corrisposta in seguito ad infortunio sul lavoro o a malattia professionale
L'articolo 110 del dpr 1124/1965 dispone che le indennità corrisposte in seguito ad infortuni sul lavoro o a malattie professionali non possono essere cedute per alcun titolo, né possono essere pignorate o sequestrate, tranne che per spese di giudizio alle quali l'assicurato o gli aventi diritto, con sentenza passata in ...
Libretti di risparmio - La banca deve restituire gli importi addebitati ove sulle annotazioni manchi la firma dell'impiegato
Per quanto previsto dal codice civile (articolo 1835) le annotazioni sul libretto firmate dall'impiegato della banca, che appare addetto al servizio, fanno piena prova nei rapporti tra banca e depositante. Naturalmente, tale disposizione trova applicazione anche ai libretti di risparmio per somme depositate presso Poste Italiane. Al riguardo, anche la ...
Furto di un libretto di risparmio nominativo - la banca è obbligata ad accertare la rispondenza della firma di chi effettua il prelievo
Quando il libretto di risparmio è nominativo e non al portatore, la banca depositaria è obbligata ad accertare la legittimazione del soggetto che effettua l'operazione di prelievo; non è sufficiente a tal fine la circostanza di aver identificato il soggetto che ha effettuato l'operazione a mezzo della patente di guida, ...
Indennizzo diretto » Vademecum per l'automobilista
L'indennizzo diretto è una speciale procedura di liquidazione dei danni che derivano da un sinistro stradale introdotta dal Codice delle Assicurazioni private (decreto legislativo 7 settembre 2005, numero 209) che può essere attivata in presenza di determinate condizioni. L'indennizzo diretto consente al danneggiato di richiedere il risarcimento direttamente presso la ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca