Pignoramento presso terzi per crediti da lavoro autonomo – A cosa riferisce la dichiarazione del terzo?

Ho ricevuto, in qualità di amministratore di una srl una notifica di pignoramento presso terzi con richiesta di versare ad Equitalia le somme dovute ad un consulente (debitore del fisco). Al momento della notifica non sussistevano debiti della srl verso l’esecutato, un legale ha preparato la risposta che abbiamo inviato nei termini di 60 giorni ad Equitalia dichiarando l’inesistenza di crediti del consulente nei confronti della srl.

Sono passati alcuni mesi e avremmo necessità di avvalerci nuovamente del consulente il quale, al termine dell’incarico, emetterà fattura che la srl dovrà pagare per i servizi ricevuti.

Domanda: il pignoramento presso terzi allora ricevuto, vale anche per eventuali crediti futuri? Cioè, se il consulente non risolvesse i suoi problemi con Equitalia la srl sarebbe obbligata a versare i suoi compensi professionali ad Equitalia? Per quanto tempo? Ha un termine il pignoramento o vale a vita?

La dichiarazione del terzo si deve riferire alla situazione debitoria esistente al momento in cui essa viene resa, avendo riguardo anche ai debiti contratti o maturati in epoca successiva alla notifica dell’atto di pignoramento, ma antecedenti al momento in cui viene notificata la dichiarazione al creditore procedente.

Nel momento in cui viene resa dal terzo pignorato la dichiarazione negativa al creditore procedente cessa qualsiasi obbligo del terzo pignorato verso il creditore procedente.

29 Maggio 2017 · Giorgio Martini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Pignoramento verso terzi e mancata dichiarazione del terzo pignorato
Vantando un credito, ho provveduto ad effettuare un pignoramento presso terzi: alla prima udienza per l'assegnazione, il terzo non si è presentato e non ha prodotto la dichiarazione. Il Giudice ha fissato una nuova udienza (ormai prossima) ma non è stata ancora prodotta alcuna dichiarazione. Se continua così che devo fare? E' il Giudice che decide e cosa? Grazie per la risposta. ...

Pignoramento presso terzi - A cosa va incontro il terzo che rende dichiarazione reticente
il pignoramento presso terzi costituisce una fattispecie complessa, la quale si perfeziona con la dichiarazione positiva del terzo, fornendo essa al giudice dell'esecuzione le informazioni necessarie per provvederne all'assegnazione al pignorante. Infatti, nella procedura esecutiva presso terzi, l'accertamento dell'appartenenza del credito deve poggiare sulla dichiarazione con la quale il terzo specifica di quali cose o di quali somme è debitore o si trova in possesso. Tuttavia, nel processo di esecuzione forzata con espropriazione presso terzi sono parti necessarie solo i creditori ed il debitore sottoposto ad esecuzione, mentre il terzo pignorato non è il soggetto passivo dell'esecuzione, restando estraneo ad ...

Pignoramento presso terzi da parte di Equitalia - Ho effettuato rateazione del debito e pagato la prima rata - Quando avverrà lo sblocco dl mio credito presso il terzo pignorato?
Equitalia ha effettuato un pignoramento in data 6 maggio presso terzi (ossia il mio unico cliente): trattandomi come fornitore, non hanno pignorato solo un decimo o un settimo, ma l'intero importo a me dovuto per la consulenza resa al mio cliente. Premetto che sono residente all'estero da fine aprile 2015 con tanto di iscrizione all'AIRE e non ho più partita IVA in Italia ma nel mio nuovo paese di residenza. Nel frattempo, dopo il pignoramento, ho provveduto tramite un commercialista alla richiesta di rateazione che è stata accettata il 24 maggio. Poi mi è stato comunicato che dopo il pagamento ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento presso terzi per crediti da lavoro autonomo – A cosa riferisce la dichiarazione del terzo?