Se ho lo stipendio pignorato un altro creditore può pignorarmi il conto corrente?

Non sto pagando una rata di un finanziamento e due di carte revolving di finanziare diverse: la mia domanda è che se una finanziaria attua il pignoramento dello stipendio le altre possono pignorarmi il conto corrente?

Sicuramente il creditore diverso da quello che ha operato il pignoramento dello stipendio, può procedere al pignoramento del conto corrente: tuttavia, in base all'articolo 545 del codice di procedura civile, se su quel conto corrente viene accreditato l'importo in busta paga, il conto corrente non potrà essere essere pignorato per un ammontare corrispondente al triplo della misura massima dell'assegno sociale, quando l'accredito ha luogo in data anteriore al pignoramento.

19 marzo 2019 · Roberto Petrella

Quindi se ho capito nel caso in cui il saldo sul conto corrente fosse minore del triplo dell'assegno sociale, il pignoramento decadrebbe?

Un consiglio: le carte revolving di finanziare diverse con importi rispettivamente di euro 4.400 ed euro 3.600 secondo la sua esperienza, potrebbero ricorrere a questa procedura forzata?

Nel caso in cui il saldo di conto corrente risultasse inferiore, o uguale, al triplo della misura massima dell'assegno sociale, il prelievo non verrebbe portato a termine ed il pignoramento risulterebbe infruttuoso. Tuttavia, il conto corrente pignorato dovrebbe essere quello sul quale vengono accreditati, solitamente, gli importi relativi alle buste paga. Inoltre, potrebbe presentarsi una complicazione: il creditore procedente e la banca potrebbero non essere a conoscenza del fatto che il conto corrente pignorato è utilizzato per gli accrediti stipendiali: la circostanza andrebbe, pertanto, notificata alla banca tempestivamente, in modo che questa possa farne cenno nella dichiarazione del terzo pignorato, ex articolo 547 del codice di procedura civile, che deve essere resa al giudice prima del decreto di assegnazione delle somme al creditore.

Qualora, invece, al creditore venisse assegnato l'intero saldo di conto corrente, inferiore, o uguale, al triplo della misura massima dell'assegno sociale, per recuperarlo occorrerebbe procedere con ricorso al giudice dell'esecuzione ex articolo 615 del codice di procedura civile, con l'assistenza tecnica di un avvocato.

Per il resto, in teoria, il creditore può agire con pignoramento del conto corrente anche per un solo centesimo: tuttavia, dal momento in cui deve anticipare le spese giudiziali (anche se queste saranno poi accollate al debitore sottoposto ad azione esecutiva, si guarderà bene dall'avviare la procedura se non è sicuro di poter portare a termine un'azione esecutiva fruttuosa (almeno per il rimborso delle anticipazioni effettuate).

19 marzo 2019 · Ornella De Bellis

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento conto corrente e libretto di deposito
pignoramento stipendio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca