Pignoramento o blocco assegno circolare

Anni fa ho iniziato dei versamenti su una polizza integrativa: ora, prima della scadenza, ho chiesto la liquidazione (circa 20 mila euro) che mi verrebbe versata con bonifico bancario o assegno circolare.

Io sono nullatenente, ho un forte debito con Equitalia, circa 100 mila euro (sas finita male) nato prima del 2000 e mai estinto (nè mai preoccupato di farlo, sinceramente)

domanda: se mi faccio pagare con assegno circolare, e mi presento senza ritardo alla banca emittente per incasso in contanti (di solito rendono la vita impossibile in questo caso, ma conto sul fatto che dovrebbero essere obbligati per legge a cambiare l'assegno a vista),

1) c'è qualche punto, nel percorso, in cui l'importo può essere intercettato e bloccato/pignorato/sequestrato? con quale probabilità?

2) il mio ragionamento è corretto o c'è qualche falla che non ho considerato, visto l'obbiettivo di incassare per contanti e sottrarre la somma ad eventuale pignoramento?

L'importo percepito attraverso la liquidazione della polizza integrativa può essere pignorato direttamente presso la banca emittente o dopo che è stato depositato sul conto corrente del debitore.

Il primo caso è assai improbabile che possa verificarsi: Equitalia dovrebbe venire a sapere della liquidazione, conoscere la banca emittente e muoversi tempestivamente prima che l'assegno venga incassato. Si tratta di un evento teorico, che potrebbe realizzarsi solo con l'aiuto del debitore il quale, giustamente consapevole del diritto al cambio in contanti dell'assegno circolare previa identificazione, decide, inopportunamente, di farne una questione di principio, a fronte delle resistenze del solito impiegato che, o invoca impropriamente la legge antiriciclaggio, oppure pretende l'apertura di un conto corrente presso la filiale. Qualcuno, indispettito e insospettito, nel tira e molla per il cambio in contanti che di solito richiede qualche giorno (l'importo da prelevare deve comunque essere prenotato) potrebbe decidere di giocarle un brutto tiro.

Per farla breve io cercherei, per quanto possibile, di mantenere un profilo di bassissimo livello. Chiederei ad un amico, o ad un parente, la cortesia di aprire un conto corrente a suo nome sul quale assumerei la delega a disporre ed operare. Poi, comunicherei all'assicurazione di aver scelto di liquidare la polizza attraverso un bonifico bancario sul mio conto corrente. Direttamente da casa, e senza recarmi in banca, appena ottenuta la disponibilità dell'importo, trasferirei i venti mila euro sul conto corrente fiduciario. Punto.

20 ottobre 2014 · Ludmilla Karadzic

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assegno circolare - deve essere incassato entro 30 giorni dalla data di emissione
L'assegno circolare è un titolo di credito emesso da una banca autorizzata per somme che siano presso di essa disponibili al momento dell'emissione. Esso é pagabile a vista e non può essere emesso senza il nome del beneficiario. L'assegno circolare deve essere presentato al pagamento entro 30 giorni dalla data ...
Assegno circolare girato da soggetto dichiarato fallito - La banca emittente deve pagare
La Banca A emette assegno circolare trasferibile (dunque di importo facciale minore di mille euro) all'ordine di B. L'assegno circolare viene trasferito da B a C. C presenta all'incasso l'assegno circolare giratogli da B, ma la banca A rifiuta di pagarlo perché emerge la circostanza che, al momento della richiesta ...
Compravendita automobile - anche un assegno circolare può nascondere la truffa
Può accadere che si venda l'automobile e si pretenda, per evitare di incappare in una truffa, il pagamento con un assegno circolare. Per maggiore scrupolo, ci si reca anche in banca per chiedere all'impiegato allo sportello di verificare la validità del titolo. Solo dopo le rassicurazioni ricevute circa la regolarità ...
Assegno » La Banca può rifiutarsi di cambiarlo se non siete correntisti?
Una banca non può rifiutarsi di cambiare un assegno bancario a vista solo perché il beneficiario è sprovvisto di conto corrente presso l'istituto di credito. La normativa vigente, regolarizzata dall'articolo 31 del Regio Decreto 1736/1933, chiarisce che ogni assegno bancario è pagabile a vista. Ma, sebbene la legge disponga ciò, ...
Agenzia delle Entrate ed indagini bancarie » La nuova circolare ennesimo scoglio per i contribuenti
L'Agenzia delle entrate, con la circolare del 6 agosto 2014, ha esplicato le modalità con cui verranno eseguite le prossime indagini sui conti correnti bancari dei contribuenti. Le indagini dell'agenzia delle entrate si prospettano davvero invadenti, a causa di un perverso meccanismo di prove che posiziona il contribuente in un ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca