Pignoramento immobiliare per accollo mutuo non pagato dal debitore accollato

Proprio in questi giorni è arrivato un atto di pignoramento immobiliare per la casa da me acquistata circa dieci anni fa: l'acquisto era stato effettuato con un accollo passivo dalla parta venditrice, a me (parte acquirente) di un mutuo ipotecario relativo alla proprietà. La parte venditrice non ha mai pagato il mutuo e quindi il pignoramento è stato effettuato a me come "accollante". Non ricordo se sull'atto di compravendita si facesse riferimento alla cosa, ora la mia domanda è: c'è qualcosa che posso fare? Trovo la situazione assurda, non ho debiti ed ho perfino finito di pagare la casa.

Ci troviamo nel caso in cui la banca eroga un prestito al debitore (il venditore, nella fattispecie), e il venditore successivamente "accolla" (cioè trasferisce) gli obblighi assunti ad un terzo (l'acquirente).

L'operazione di trasferimento del debito assume la denominazione di accollo, il venditore viene indicato come debitore accollato e l'acquirente viene definito come debitore accollante.

La banca, dal canto suo, può aderire o meno all'accollo. La mancata adesione all'accollo da parte della banca (come sicuramente avvenuto nel caso in esame) ha come conseguenza la rilevanza esclusivamente interna (ai rapporti tra accollato ed accollante) dell'accollo. L'accollo si definisce, in questo caso, anche interno.

Il debitore accollato (il venditore, nella fattispecie) conviene con il terzo accollante (l'acquirente) l'assunzione (in senso puramente economico) del debito da parte di quest'ultimo, sicché l'acquirente assolve il proprio obbligo adempiendo direttamente in veste di terzo (ovvero rimborsando le somme pagate al debitore accollato che ha adempiuto).

E' evidente che nella situazione descritta è l'accollante che ha tutto l'interesse ad adempiere pagando le rate del mutuo, pena le successive azioni di pignoramento e di espropriazione dell'immobile acquistato.

Se ne conclude che l'unica opzione che resta all'acquirente debitore accollante, per evitare l'espropriazione, è la conversione del pignoramento (pagamento del debito e delle spese di procedura in unica soluzione) oppure ricercare con la banca una soluzione transattiva, (anche rateale) per il rimborso del debito nel frattempo accumulato.

9 agosto 2018 · Giorgio Martini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

accollo del mutuo

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Accollo interno di mutuo ipotecario - La segnalazione in CR deve essere effettuata al solo nome dell'accollante
Quando il creditore eroga un prestito al debitore, il debitore può successivamente "accollare" (nel senso di trasferire) gli obblighi assunti ad un terzo. Se si verifica una simile circostanza, l'operazione di trasferimento del debito assume la denominazione di accollo, il debitore viene indicato come accollato ed il terzo definito soggetto ...
Accollo del mutuo » Il vademecum
Accollo del mutuo: di cosa si tratta? Partendo dai diversi tipi d'accollo fino agli aspetti da valutare, cerchiamo di chiarire questa prassi nel prosieguo dell'articolo. In linea generale, l'accollo del mutuo consiste nel subentrare nelle obbligazioni contratte da chi ha stipulato un mutuo, quando si ha l'intenzione di acquistare l'immobile ...
Ipoteca su immobile e dichiarazione raccolta dal notaio - Mai fidarsi se il venditore asserisce che il debito è stato estinto
Esaminiamo il caso di una compravendita immobiliare nella quale il notaio raccoglie una dichiarazione in cui la parte venditrice, in presenza dell'acquirente, asserisce che, pur essendo l'immobile gravato da ipoteca, il debito garantito è stato estinto e si assume contestualmente l'impegno di provvedere alla sua cancellazione. Supponiamo che, successivamente l'acquirente ...
Pignoramento immobiliare dopo trasferimento di residenza del debitore » Ecco quando non è più possibile
Per un proprietario di più immobili, titolare di debiti pregressi con Equitalia, è possibile, in caso di vendita di un'abitazione con trasferimento di residenza verso l'altra, sfuggire al pignoramento della casa? Nell'ipotesi in cui, un debitore, proprietario di due case (la prima, un'abitazione di lusso dove c'è l'effettiva residenza, mentre ...
Vendita con riserva di proprietà » Come acquistare la prima casa senza mutuo
Acquistare casa senza mutuo è possibile, con la vendita con riserva di proprietà: questo particolare espediente permette di prendere subito possesso della casa, per il semplice fatto che la proprietà resta al venditore fino alla fine dei pagamenti. Ma vediamo come funziona nel dettaglio. Vendita con riserva di proprietà » ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca