Nel redigere l’atto di pignoramento quale logica devo seguire per individuare gli immobili da pignorare se il debitore ne possiede più di uno?

Avendo un credito di 20000 euro, e un elenco di immobili particolarmente corposo del debitore, nel redigere l’atto di pignoramento quale logica devo seguire per individuare gli immobili da pignorare?

Può pignorarli tutti, se ritiene di poter investire nell’anticipazione delle spese, costringendo il debitore a ricorrere alla conversione del pignoramento ex articolo 495 del codice di procedura civile, in base al quale prima che sia disposta la vendita, il debitore può chiedere di sostituire agli immobili pignorati una somma di denaro pari, oltre alle spese di esecuzione, all’importo dovuto al creditore pignorante, comprensivo del capitale, degli interessi e delle spese.

Peraltro, il creditore pignorante è legittimato ad espropriare più di quanto sarebbe necessario per soddisfare il suo credito e il giudice cui sia richiesta la riduzione del pignoramento deve tener conto di questa eventualità nell’esercizio del potere discrezionale di cui all’articolo 496 del codice di procedura civile, senza che possa ritenersi sussistente l’illegittimità del procedimento per il solo fatto del pignoramento di beni immobili in eccesso (Cassazione sentenza 3952/2006).

23 Aprile 2018 · Annapaola Ferri

Se volessi pignorare tutti i beni che ho individuato, le spese a quanto ammonterebbero?

Per la trascrizione di ciascun atto vanno pagati l’imposta di bollo (59 euro), l’imposta ipotecaria (200 euro) e la tassa ipotecaria (40 euro). Naturalmente sono esclusi i costi di espropriazione (spese di custodia, stima peritale CTU) dal momento che si confida nella conversione del pignoramento da parte del debitore. Le spese legali dipendono dal professionista a cui si è affidato ed a questi va richiesto un preventivo.

23 Aprile 2018 · Annapaola Ferri

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Mutuo ipotecario non rimborsato - I creditori possono pignorare altri immobili, non vincolati, di proprietà del debitore?
I miei genitori sono morti da poco e hanno lasciato un immobile gravato da ipoteca, con debito residuo di 50 mila euro: l'ipoteca è su un immobile che allora, quando è stato aperto il mutuo, il perito ha valutato 120 mila euro. Volevo chiedevi se ai fini della restituzione dei 50 mila euro del mutuo devono pignorare l'immobile ipotecato oppure possono pignorare anche altri immobili non ipotecati. ...

Pignoramento di immobili per un valore di molto superiore al credito azionato - E' legittimo?
Per una causa persa le spese da pagare alla controparte sono di 18 mila euro (diciottomila): il creditore appone pignoramento su tutte le proprietà del debitore per un valore di un milione 400 mila euro. Può farlo (anche se a dire il vero lo ha fatto)? ...

Quale procedura seguire per la cessione da parte del creditore del quinto pignorato di una pensione?
Si pone la seguente questione: il creditore che ha ottenuto sequestro del quinto in via giudiziale può cedere o donare a un terzo il proprio credito? Se si, nel caso di prestazione pensionistica erogata dall'inps, quale procedura dovrebbe mettere in atto il creditore per attuare il proprio diritto? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Nel redigere l’atto di pignoramento quale logica devo seguire per individuare gli immobili da pignorare se il debitore ne possiede più di uno?