Pignoramento dello stipendio – Posso ottenere un anticipo del TFR?

Ho un pignoramento del quinto sullo stipendio: ora la società per cui lavoro mi vorrebbe anticipare la liquidazione, ma lo studio che ci fa le buste paga dice che non è possibile, in quanto la finanziaria che ha azionato il pignoramento la terrebbe come “cauzione” in caso di licenziamento, per non perdere il dovuto.

Inoltre è vero che in caso di licenziamento possono pignorare tutta la liquidazione e non solo il quinto?.

Bisognerebbe leggere quanto disposto nel decreto ingiuntivo emesso dal giudice (per esperienza sappiamo che le situazioni effettive sono spesso diverse da quelle riportate e descritte qui dal debitore): ma si può tranquillamente affermare che, per legge, il creditore procedente non può pignorare una quota del Trattamento di Fine Rapporto (TFR) superiore al 20% di quanto spetta al lavoratore esecutato.

Solo il creditore che concede la cessione del quinto (che è cosa diversa dal pignoramento) può ottenere, nel caso di licenziamento del dipendente, fino a capienza nel TFR, quanto residua al rimborso integrale del prestito.

Probabilmente, lei ha in corso solo una cessione del quinto (non un pignoramento): nel qual caso lo studio che vi redige le buste paga ha perfettamente ragione. Il datore di lavoro può concederle, come anticipo della liquidazione, solo l’eventuale importo eccedente quanto necessario ad estinguere, anticipatamente, il prestito dietro cessione del quinto a suo tempo ottenuto.

22 Settembre 2017 · Roberto Petrella

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Meccanismi di pignoramento dello stipendio per debiti di natura diversa - Concorso del pignoramento dello stipendio e del conto corrente dove viene accreditato lo stipendio
Ho subito il pignoramento del quinto dello stipendio alla fonte per un debito ordinario: qualche giorno fa ho ricevuto un'altro atto di pignoramento, sempre presso il datore di lavoro, per debiti esattoriali, di 1/10, che è stato respinto dall'azienda in quanto essa sostiene che il creditore dovrebbe accodarsi; ma in realtà, trattandosi di debiti di natura diversa dovrebbero concorrere fino a un massimo della metà dello stipendio? Altro quesito: se l'agenzia riscossioni o un'altra banca tentassero di pignorare invece il conto corrente, dovrebbero ex lege, farlo per 1/5 totale, tenendo conto del pignoramento già in corso (capienza residua) detraendolo dallo ...

Pignoramento dello stipendio e del Trattamento di Fine Rapporto (TFR) - Per il debito residuo seguirà il pignoramento della pensione
Ho un pignoramento in atto del quinto sullo stipendio per un debito di 70 mila euro non pagato ceduto ad una società di factoring. Io dovrei andare in pensione tra un paio di anni e il mio tfr accumulato in azienda è di circa 60 mila euro. Se al momento della liquidazione del tfr la società creditrice otterrà il quinto del tfr, il debito restante come verrebbe recuperato? Attaccheranno la pensione? ...

Pignoramento presso terzi - Come si procede se cambia il datore di lavoro del debitore sottoposto ad azione esecutiva di pignoramento dello stipendio?
Il problema: lavorando in luogo soggetto a gara d'appalto, c'è la concreta possibilità di cambiare datore di lavoro ogni due anni e la relativa conseguenza ogni qual volta di dover far fronte a una nuova azione di pignoramento dello stipendio con relative spese. Infatti, ho un debito verso l'Aler che un anno fa ammontava a 13 mila euro e che ora, dopo due cause e relative spese legali ammonta a quasi 20 mila euro. Ad oggi si sono presi 3 mila euro di liquidazione e stanno già provvedendo a pignorare il quinto dello stipendio. Per chiudere la questione ho proposto ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento dello stipendio – Posso ottenere un anticipo del TFR?