Pignoramento di immobili per un valore di molto superiore al credito azionato – E’ legittimo?

Per una causa persa le spese da pagare alla controparte sono di 18 mila euro (diciottomila): il creditore appone pignoramento su tutte le proprietà del debitore per un valore di un milione 400 mila euro. Può farlo (anche se a dire il vero lo ha fatto)?

Va premesso, innanzitutto che il creditore pignorante è legittimato ad espropriare più di quanto sarebbe necessario per soddisfare il suo credito e il giudice cui sia richiesta la riduzione del pignoramento deve tener conto di questa eventualità nell’esercizio del potere discrezionale di cui all’articolo 496 del codice di procedura civile, senza che possa ritenersi sussistente l’illegittimità del procedimento per il solo fatto del pignoramento di beni immobili in eccesso (Cassazione sentenza 3952/2006).

Tuttavia, se da un lato è legittimo che il valore dei beni pignorati possa essere superiore all’importo del credito azionato, è anche vero, secondo orientamenti più recenti, che il debitore ha diritto ad essere sottoposto ad un’azione esecutiva equa, in modo che i suoi beni non siano vincolati in misura sproporzionata rispetto a quanto necessario al soddisfacimento del creditore.

Quando, come nella fattispecie, il valore dei beni pignorati è superiore all’importo del credito accertato per il quale il creditore agisce, il debitore può rivolgersi al giudice dell’esecuzione del Tribunale territorialmente competente per chiedere la riduzione del pignoramento, ex articolo 496 del codice di procedura civile.

Il giudice, a propria discrezione, potrà accogliere l’istanza del debitore con un’ordinanza di riduzione del pignoramento.

18 Aprile 2018 · Marzia Ciunfrini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Ha senso il pignoramento e l'espropriazione di un immobile sul quale già grava ipoteca per un valore superiore a quello commerciale?
Avrei bisogno di alcuni chiarimenti in merito al tema pignoramento: se su un immobile (dal valore di mercato di € 30 mila circa) c'è un'ipoteca di primo grado della banca per euro euro 100 mila che convenienza ha un creditore di euro 10 mila circa ad avviare un procedimento di pignoramento? Qualora si vendesse l'immobile, a lui comunque non arriverebbe nulla giusto? ...

Decreto ingiuntivo - Possibile il pignoramento di terreni di proprietà del debitore di valore molto maggiore del credito da azionare?
Ricevuto decreto ingiuntivo per prestito da finanziaria non potuto restituire: quale pensionato con già una trattenuta sulla pensione per stesso motivo, CHIEDO se applicabile ipoteca o pignoramento con asta pubblica di immobili (terreni) di valore molto superiore al debito. Gli immobili sono in contenzioso civile con terzi, radice delle problematiche. ...

Pignoramento beni » Che succede quando il valore è superiore al debito
In tema di pignoramento, il creditore ha la possibilità di agire sui beni di proprietà del debitore anche se il loro valore è superiore a quello del credito vantato. La normativa vigente, infatti, consente al creditore di effettuare il pignoramento di beni del valore pari all'importo del proprio credito, aumentato della metà. La causa di questo aumento sta nel fatto che, all'esito della procedura esecutiva, il creditore avrà sostenuto delle spese legali e, in più, saranno scattati gli interessi. Pertanto, questo valore, ulteriore, pignorato servirà proprio a coprire queste ulteriori voci. Ma, in alcuni casi, l'ufficiale giudiziario potrebbe anche effettuare ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento di immobili per un valore di molto superiore al credito azionato – E’ legittimo?