Pignoramento di immobili per un valore di molto superiore al credito azionato - E' legittimo?

Per una causa persa le spese da pagare alla controparte sono di 18 mila euro (diciottomila): il creditore appone pignoramento su tutte le proprietà del debitore per un valore di un milione 400 mila euro. Può farlo (anche se a dire il vero lo ha fatto)?

Va premesso, innanzitutto che il creditore pignorante è legittimato ad espropriare più di quanto sarebbe necessario per soddisfare il suo credito e il giudice cui sia richiesta la riduzione del pignoramento deve tener conto di questa eventualità nell'esercizio del potere discrezionale di cui all'articolo 496 del codice di procedura civile, senza che possa ritenersi sussistente l'illegittimità del procedimento per il solo fatto del pignoramento di beni immobili in eccesso (Cassazione sentenza 3952/2006).

Tuttavia, se da un lato è legittimo che il valore dei beni pignorati possa essere superiore all'importo del credito azionato, è anche vero, secondo orientamenti più recenti, che il debitore ha diritto ad essere sottoposto ad un'azione esecutiva equa, in modo che i suoi beni non siano vincolati in misura sproporzionata rispetto a quanto necessario al soddisfacimento del creditore.

Quando, come nella fattispecie, il valore dei beni pignorati è superiore all'importo del credito accertato per il quale il creditore agisce, il debitore può rivolgersi al giudice dell'esecuzione del Tribunale territorialmente competente per chiedere la riduzione del pignoramento, ex articolo 496 del codice di procedura civile.

Il giudice, a propria discrezione, potrà accogliere l'istanza del debitore con un'ordinanza di riduzione del pignoramento.

18 aprile 2018 · Marzia Ciunfrini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

atti di pignoramento immobiliare
pignoramento immobiliare procedura

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Pignoramento beni » Che succede quando il valore è superiore al debito
In tema di pignoramento, il creditore ha la possibilità di agire sui beni di proprietà del debitore anche se il loro valore è superiore a quello del credito vantato. La normativa vigente, infatti, consente al creditore di effettuare il pignoramento di beni del valore pari all'importo del proprio credito, aumentato ...
Pignoramento presso la residenza del debitore – se il valore dei beni pignorati non copre il debito
Se i mobili non coprono l'intero debito il pignoramento mobiliare non va a buon fine? Il creditore, tramite decreto ingiuntivo e precetto, può chiedere all'ufficiale giudiziario di eseguire un pignoramento presso la residenza del debitore. Non rileva che il valore dei mobili non copra l'intero debito. Il ricavato del pignoramento ...
Istanza di conversione del pignoramento - Il debitore deve prestare la massima attenzione a rimborsare integralmente il credito azionato
L'articolo 495, primo comma, del codice di procedura civile consente al debitore sottoposto ad esecuzione di sostituire alle cose o ai crediti pignorati una somma di denaro pari, oltre alle spese di esecuzione, all'importo dovuto al creditore pignorante e ai creditori intervenuti, comprensivo del capitale, degli interessi e delle spese. ...
Pignoramento immobiliare » Casa all'asta invenduta per deprezzamento del valore del bene? Fine della procedura esecutiva
Novità dalla riforma della giustizia civile: dopo il pignoramento, l'immobile non viene venduto nonostante i continui ribassi? La procedura esecutiva si ferma. E' quasi impercettibile e quasi nessuno se ne è accorto, ma l'articolo esiste. Si tratta del 164 bis della legge 162/2014, la riforma della giustizia civile appunto, il ...
Opposizione a decreto ingiuntivo - Al debitore l'onere di provare che il pagamento effettuato con assegni sia da imputare al credito azionato
Supponiamo che il debitore destinatario di decreto ingiuntivo eccepisca, in sede di opposizione, il pagamento del debito, dimostrando di aver già corrisposto al creditore una somma idonea alla sua estinzione ed il creditore controdeduca che l'eseguito pagamento è da imputare ad un debito diverso da quello dedotto in giudizio. In ...

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca