Può essere pignorata l'indennità di maternità erogata dall'INPS?

Sono ad oggi in maternità facoltativa, dopo maternità per gravidanza a rischio dall'aprile 2016 e ad ottobre, per un credito non rimborsato di cui ero garante, ho ricevuto la sentenza del giudice di pignoramento presso il datore di lavoro. Ho una trattenuta fissa di 140 euro in ogni busta paga come cessione del quinto. Il netto di aggira sui 584 euro, più un assegno famigliare di 123 euro circa e 519 euro di maternità inps. Visto che il tutto e cominciato durante la maternità e legale tutto quanto? L'articolo 545 del codice di procedura civile dice che la maternità e impignorabile.

L'indennità di maternità è assolutamente impignorabile, così come stabilito dall'articolo 545 del codice di procedura civile. Per quanto riguarda gli assegni familiari, la legge, con l'articolo 22 del DPR 797/1955, stabilisce che gli assegni familiari non possono essere sequestrati, pignorati o ceduti se non per causa di alimenti a favore di coloro per i quali gli assegni sono corrisposti.

Il pignoramento del 20% graverà pertanto solo sulla retribuzione, al lordo della cessione volontaria del quinto (724 euro), per un importo presumibilmente pari a circa 145 euro.

Il prelievo in busta paga deve essere effettuato a partire dal momento in cui è stato notificato l'atto di pignoramento al datore di lavoro. Se quest'ultimo non ha provveduto mensilmente a trattenere la quota pignorata dallo stipendio del lavoratore pignorato, dovrà comunque versare la somma arretrata al creditore procedente. La modalità con cui avverrà la compensazione fra datore di lavoro e debitore esecutato è una questione a cui il creditore procedente resta estraneo.

28 marzo 2017 · Loredana Pavolini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

indennità di maternità
pignoramento pensione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Anche le madri disoccupate hanno diritto all'indennità di maternità
Cominciamo con il definire cosa sia il congedo di maternità: il congedo di maternità è il periodo di astensione obbligatoria dal lavoro riconosciuto alla lavoratrice durante il periodo di gravidanza e puerperio. Il periodo di astensione obbligatoria dal lavoro prima del parto comprende i 2 mesi precedenti la data presunta ...
Incostituzionale la norma che limita l'erogazione dell'indennità di maternità alle madri libere professioniste che abbiano adottato un minore con meno di sei anni di età
Il congedo di maternità è il periodo di astensione obbligatoria dal lavoro riconosciuto alla lavoratrice, dipendente o alla professionista iscritta alla gestione separata, durante il periodo di gravidanza e puerperio. Durante il periodo di assenza obbligatoria dal lavoro la lavoratrice percepisce un'indennità economica, erogata dall'INPS, in sostituzione della retribuzione. Il ...
Indennità di maternità anche alle madri libere professioniste che adottano un minore con sei o più anni di età
Il congedo di maternità è il periodo di astensione obbligatoria dal lavoro riconosciuto alla lavoratrice, dipendente o alla professionista iscritta alla gestione separata, durante il periodo di gravidanza e puerperio. Durante il periodo di assenza obbligatoria dal lavoro la lavoratrice percepisce un'indennità economica, erogata dall'INPS, in sostituzione della retribuzione. Il ...
Tutela della Maternità » Anche se moglie è casalinga il coniuge ha diritto ai riposi giornalieri
Tutela della maternità: interessante sentenza del Consiglio di Stato. Viene parificata la posizione della casalinga alla dipendente. I riposi giornalieri spettanti al pubblico dipendente in maternità possono essere usufruiti dal coniuge, sempre pubblico dipendente, la cui moglie è casalinga. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dal Consiglio di Stato con sentenza ...
Sostegno al reddito » Come ottenere i benefici per paternità e maternità
Le disposizioni contenenti le norme che disciplinano permessi e congedi a tutela della maternità e della paternità sono contenute nel decreto legislativo 151 del 26 marzo 2001, il cosiddetto Testo Unico maternità/paternità, normalmente chiamato Testo Unico Cercheremo, nel prosieguo dell'articolo, di spiegarle in forma chiara ed esauriente. ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca