Pignoramento della casa di proprietà – Fino a quando il debitore può continuare ad abitarla?

E’ in atto una procedura di espropriazione della casa in cui abito in seguito a mancato pagamento del mutuo e successiva Decadenza dal Beneficio del Termine.

La casa di mia proprietà è stata pignorata dalla banca. La mia domanda è: fino a quando io ed i miei familiari potremo continuare ad abitarla?

Alla sua domanda risponde direttamente l’articolo 560 del codice di procedura civile: il debitore ed i familiari che con lui convivono non perdono il possesso dell’immobile e delle sue pertinenze sino al decreto di trasferimento.

Tuttavia, il giudice può ordinare, sentiti il custode e il debitore, la liberazione dell’immobile pignorato per lui ed il suo nucleo familiare, qualora sia ostacolato il diritto di visita di potenziali acquirenti, quando l’immobile non sia adeguatamente tutelato e mantenuto in uno stato di buona conservazione, per colpa o dolo del debitore e dei membri del suo nucleo familiare, quando il debitore viola gli altri obblighi che la legge pone a suo carico, o quando l’immobile non è abitato dal debitore e dal suo nucleo familiare.

5 Dicembre 2019 · Piero Ciottoli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Il debitore può continuare ad abitare nella casa pignorata? Quali sono i tempi medi per il perfezionamento della procedura di espropriazione immobiliare?
Gradirei sapere se il debitore può continuare ad abitare nella casa pignorata e quali sono i tempi medi di perfezionamento della procedura di espropriazione. ...

Rifiuto della banca per un accordo transattivo a saldo stralcio del debito ed espropriazione della casa di proprietà
Dal 2010 ho in essere un contenzioso con la banca: avevo un debito di 11 mila euro e mi han fatto decreto ingiuntivo e pignoramento. Ho raggiunto un accordo per le rate ma la banca è andata avanti lo stesso fregandosene dei miei versamenti. Di fatto mi ritrovo tra interessi e spese a dover restituire ancora 8 mila euro nonostante ne abbia versati 7 mila. Il creditore ha chiesto la riscossione coattiva tramite pignoramento della casa di proprietà. Mi sono affidato ad una avvocato e dopo un anno di proposte di stralcio, non ho mai ricevuto una risposta, mai una. ...

Pignoramento nuda proprietà e usufrutto - quando il debitore è nudo proprietario e quando il debitore è usufruttuario
Nel caso di pignoramento del diritto di proprietà ove risulti che il debitore è nudo proprietario si procede ugualmente alla vendita forzata del diritto di proprietà, il quale risulterà gravato del diritto reale di godimento. Oggetto della vendita forzata è, cioè, il medesimo diritto pignorato, con la particolarità che il diritto non sarà esercitatile in tutto il suo normale contenuto per la presenza del diritto di usufrutto fatto valere dal terzo sul bene (a meno che non si tratti di diritto di usufrutto costituito su cosa ipotecata, nel qual caso il diritto si estingue con l'espropriazione del bene ai sensi ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento della casa di proprietà – Fino a quando il debitore può continuare ad abitarla?