Pignoramento dei crediti verso terzi da parte di Agenzia Entrate Riscossione - Trasferimento in Slovenia

Salve, tanti anni fa presi una multa per evasione fiscale: nonostante abbia vinto il processo penale per insussistenza del reato,la sanzione civile è rimasta in piedi con l'agenzia delle entrate, causandomi un pignoramento personale che dura ormai da 25 anni. Appena provo ad aprire un conto corrente personale mi viene immediatamente pignorato, ed ho problemi dove vivo poiché soffro di continui pignoramenti di mobili, anche non miei.

Ho provato diversi ricorsi, fidandomi delle promesse di vari avvocati, ma non c'è stato nulla da fare: ho proposto all'Agenzia delle Entrate il quinto dello stipendio, ma mi è stato sempre negato perché la multa è di qualche milione di euro.

Sono costretto quindi a lavorare in proprio con una srl semplificata unipersonale a me interamente intestata con capitale sociale pari a 100€. Equitalia (o Agenzia delle Entrate Riscossione) mi ha pignorato anche gli eventuali crediti passati e futuri nei confronti di questa srls di cui sono socio unico. Ovviamente non il capitale sociale, in quanto irrisorio, per ora.

Vorrei capire, se possibile:
A) se posso aprire una ditta individuale (o una srl con me unico socio) in Slovenia, senza subire pignoramenti all'estero.
B) se con la ditta slovena posso acquistare il capitale sociale della srls italiana.

Sulla domanda (B) non siamo in grado di darle risposta, non conoscendo sufficientemente il diritto societario sloveno e quello comunitario.

Per quanto riguarda la prima domanda, invece, il suggerimento è quello di valutare bene l'ipotesi di trasferimento delle attività in Slvovenia, un paese che, comunque, fa parte dell'Unione Europea.

La direttiva comunitaria sull'assistenza reciproca tra gli Stati membri (e di quelli dell'Unione) per il recupero dei crediti di origine esattoriale (imposte) è stata recepita nell'ordinamento nazionale con il decreto legislativo numero 149 del 14 agosto 2012, che recepisce la direttiva comunitaria 2010/24.

La direttiva comunitaria, che mira a tutelare meglio gli interessi finanziari degli Stati membri e la neutralità del mercato interno, fissa le regole in base alle quali gli Stati membri dell'Unione europea sono tenuti a fornire assistenza per il recupero di eventuali crediti relativi a dazi, imposte e altre misure applicate in un altro Stato membro dell'Unione europea.

L'obiettivo della normativa comunitaria è migliorare e facilitare l'assistenza reciproca in materia di recupero all'interno dell'Unione. Il decreto legislativo, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale numero 202 del 30 agosto 2012, in 19 articoli, fissa le norme di mutua assistenza per il recupero dei crediti sorti nel territorio nazionale o in un altro Stato membro.

Fra gli Stati con i quali sono in vigore accordi per lo scambio di informazioni e per la mutua assistenza al recupero crediti di tipo esattoriale, c'è anche la Slovenia.

27 agosto 2019 · Paolo Rastelli

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento presso terzi
riscossione coattiva transfrontaliera

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca