Conseguenze del pignoramento del saldo di conto corrente sul pagamento degli assegni già emessi - Rischio protesto e segnalazione in CAI?

Volevo chiedervi cosa accade ad un assegno già emesso ed in corso di incasso in caso di pignoramento del conto di colui che lo ha emesso: ad esempio, ho 1000 euro sul conto corrente, il giorno 01/01 emetto un assegno per 1000 euro, il giorno 02/01 il conto viene pignorato.

Cosa accade considerando i tempi di incasso da banca a banca per gli assegni?

Se l'assegno viene presentato ad uno sportello bancario/postale in tempo utile per l'incasso, allora il correntista verrà protestato con causale 22, cioè per assegno emesso su fondi indisponibili al momento della presentazione e sarà comunque segnalato in CAI (Centrale di Allarme Interbancaria).

La segnalazione in CAI potrà essere evitata con il pagamento tardivo dell'assegno. Per la cancellazione del proprio nominativo dal RIP (Registro Informatico dei Protesti) occorrerà, invece, attendere la decorrenza quinquennale oppure procedere con istanza di riabilitazione presso il Tribunale territorialmente competente, decorso un anno dalla data di levata del protesto e sempre che sia stato effettuato il pagamento tardivo.

A beneficio dei lettori, ricordiamo che un assegno bancario o postale si considera presentato in tempo utile per l'incasso entro:

  • 8 giorni dalla data indicata nel modulo, se presentato nello stesso comune in cui è stato emesso;
  • 15 giorni dalla data indicata nel modulo, se presentato in un comune diverso da quello in cui è stato emesso;

3 febbraio 2017 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento conto corrente e libretto di deposito
protesto assegno

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assegni scoperti, protesto, segnalazione in CAI, pagamento tardivo, riabilitazione - Tips and tricks
A proposito di assegni scoperti, protesto di un assegno privo di copertura, iscrizione in Centrale di Allarme Interbancaria (CAI), pagamento tardivo e riabilitazione dal protesto, non tutti sanno che: L'assegno bancario o postale deve essere presentato al pagamento in tempo utile, ovvero nel termine di otto giorni, decorrenti dalla data ...
Assegni scoperti - termini di presentazione, revoca del pagamento, protesto e iscrizione in cai
L'assegno, se portato all'incasso nei termini di presentazione previsti dalla legge e decorrenti dalla data indicata nel modulo, deve essere sempre pagato dalla banca o dall'ufficio postale. Il termine di presentazione è: 8 giorni, se l'assegno è pagabile nello stesso comune in cui è emesso; 15 giorni, se l'assegno è ...
Procedura di richiamo di un assegno bancario o postale privo di copertura - Come evitare il protesto e la segnalazione alla Centrale di Allarme Interbancaria (CAI)
Prima di passare alla trattazione del richiamo di un assegno bancario o postale privo di copertura, ci sembra utile ricordare che per traente si intende il soggetto che emette l'assegno; la banca trattaria è la banca presso la quale è intrattenuto il rapporto di conto corrente da cui devono essere ...
Schema protesto assegni
Check truncation è la procedura telematica con cui le banche compensano assegni fino a 5 mila euro ed assegni circolari di importo qualsiasi. Si ricorre invece alla stanza compensazione per assegni (non circolari) di importo superiore a 5000 euro. ...
Emissione di assegni a vuoto e archivio CAI della Banca d'Italia
Cosa è un assegno a vuoto, cosa comporta l'emissione di assegni a vuoto e quali sono le sanzioni comminate dopo la depenalizzazione intervenuta con il decreto legislativo 507/99. Informazioni chiare e concise tali da consentire una scelta consapevole al lettore che si appresta a rilasciare un assegno senza avere la ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca