indebitati.it - la comunità dei debitori e dei consumatori italiani    

Pignoramento conto corrente dall’Agenzia delle Entrate Riscossione

Nel 1999 ho aperto una rivendita di serramenti avevo pochi mezzi e poca esperienza e dopo poco tempo mi sono trovato in difficoltà, con soldi che non riuscivo a riscuotere e fornitori che non potevo pagare, morale non ci ho guadagnato e ho contratto qualche debito neanche tanti (si sarebbe potuta risolvere se me ne avessero dato modo) ma con le persone sbagliate e a causa di tentate aggressioni e pesanti minacce che avevo anche denunciato alle forze dell’ordine mi sono dovuto traferire con la mia famiglia.

L’attività è stata chiusa da un giudice nel 2001 ma poche settimane fa mi è arrivata una cartella dall’agenzia delle entrate inerente a quella attività, superiore al mezzo milione di euro e oggi l’avviso di pignoramento del conto, premetto che non avevo ricevuto mai nessun avviso in tal senso e non so come siano arrivati a una cifra simile con un attività che aveva generato pochissimo? Ora che faccio? A chi mi rivolgo? Sono decisamente spaventato e avrei proprio bisogno di un consiglio.

L’unico consiglio che può essere fornito ad una domanda così generica e priva di punti di riferimento (si presume che il debito sia riconducibile al mancato versamento delle imposte sul reddito) è quello di chiedere ad Agenzia delle Entrate Riscossione copia di tutte le relate di notifica effettuate nei confronti del debitore in riferimento alla cartella esattoriale.

Sicuramente nella cartella esattoriale sarà anche indicato l’atto il cui inadempimento ha causato l’emissione della cartella esattoriale. Ebbene anche da Agenzia delle Entrate (sempre nell’ipotesi di un debito IRPEF) sarà necessario acquisire copia delle relate di notifica dell’avviso di accertamento che la riguarda.

Premesso che un atto può essere correttamente notificato via posta per compiuta giacenza presso l’ufficio postale, in occasione di momentanea assenza del destinatario dal luogo di residenza, solo con accesso agli atti presso Agenzia delle Entrate (per l’avviso di accertamento presupposto alla cartella esattoriale) ed Agenzia delle Entrate Riscossione (per quanto riguarda la cartella esattoriale, titolo esecutivo presupposto al pignoramento del conto corrente) sarà possibile esaminare eventuali profili di decadenza dell’avviso di accertamento o di prescrizione della cartella esattoriale per una vicenda che risale, ormai, alla fine del secolo scorso.

16 dicembre 2019 · Paolo Rastelli

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

avviso di accertamento
cartella esattoriale
notifica atti
notifica per compiuta giacenza
pignoramento conto corrente carta con IBAN e libretto di deposito

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?