Pignoramento conto corrente cointestato dalla Agenzia delle Entrate - Mi chiedo come, ciò nonostante, io possa tranquillamente operare

Premetto che ho già aderito alla prima rottamazione pagando quando stabilito: nonostante ciò per altri debiti con il fisco ho ricevuto in data 3 settembre 2018 la notifica dell'atto di pignoramento presso terzi del Conto Corrente cointestato dove mi viene accreditata la pensione. A tutt'oggi il C/C è fruibile al 100% per 100. Le cartelle incluse nel pignoramento si riferiscono con atti di notifica dal 2013 fino al 2017. Mi chiedo, come mai il c/c non risulta ancora bloccato?

Le motivazioni possono essere tante: ad esempio, al momento del pignoramento c'era disponibilità sul conto corrente inferiore, o uguale, al triplo dell'importo massimo dell'assegno sociale (conto corrente con disponibilità impignorabile - pignoramento infruttuoso); oppure Agenzia delle Entrate-Riscossione ha inteso procedere ex articolo 72 bis del DPR 602/1973 per cui la banca ha ritenuto viziato l'atto di pignoramento dal momento che, quando il bene da pignorare è un conto corrente cointestato, anche il concessionario deve procedere secondo le regole fissate dal codice di procedura civile.

6 dicembre 2018 · Ludmilla Karadzic

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

conto corrente cointestato
pignoramento conto corrente e libretto di deposito
selezione - pignoramento conto corrente

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca