Casa pignorata con mutuo residuo e reddito isee » Cosa indicare nella DSU se adesso abitiamo in affitto?

Sono proprietario di un'abitazione - prima casa - gravata da mutuo ipotecario che non ho potuto più pagare dal 2011: la casa è stata pignorata e io ora abito in affitto. Nel calcolo dell'isee va inserito il capitale residuo mutuo? Faccio questa domanda perché al Caf non vogliono dichiararlo.

L'articolo 4 del DPCM 159/2013 dispone che dal reddito del nucleo familiare viene sottratto, fino a concorrenza - qualora il nucleo familiare risieda in abitazione in locazione - il valore del canone annuo previsto nel contratto di locazione, del quale sono dichiarati gli estremi di registrazione, per un ammontare massimo, fino a concorrenza, di 7 mila euro, incrementato di 500 euro per ogni figlio convivente successivo al secondo.

La detrazione è alternativa a quella per i nuclei residenti in abitazione di proprietà, che pagano il mutuo per la prima casa (e hanno un capitale residuo da rimborsare).

Se nel 2017, anno di riferimento per il calcolo del reddito ISEE percepito dal nucleo familiare, lei abitava in una casa presa in affitto, e non di proprietà, il capitale del mutuo residuo non va indicato (indipendentemente dal fatto che lei abbia, o meno, pagato le rate del mutuo e che l'immobile sia stato pignorato).

Dunque il CAF ha ragioni da vendere.

20 febbraio 2019 · Genny Manfredi

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

redditi e patrimonio del nucleo familiare ISEE

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca