Pignoramento casa del coniuge

Mi sono sposato nel 1993 in regime di comunione legale e nel 1998 mio suocero donò un'abitazione a mia moglie. Nel 2007 io e mia moglie siamo passati alla separazione dei beni e nel 2014 ci siamo separati per via consensuale.

La domanda: la casa di mia moglie separata può essere attaccata dai miei debitori? So che i beni personali ottenuti tramite donazione non entrano in comunione, però c'è una cosa che mi turba: nell'atto di donazione quando vengono indicate le parti (mia moglie e mio suocero), si indica mia moglie con nome, cognome, professione, data e luogo di nascita, domicilio, codice fiscale e status patrimoniale: comunione legale. Io non ho partecipato in alcun modo all'atto dove è chiaramente scritto che è una donazione del padre alla figlia. Ma quel "comunione legale" mi turba. Grazie per il contributo che potrete darmi.

Il regime patrimoniale legale della famiglia è la comunione dei beni, altrimenti detta comunione legale.

I due regimi alternativi cui i coniugi possono accedere con una convenzione contenente una esplicita manifestazione di volontà, sono la separazione dei beni ed il fondo patrimoniale.

I beni ricevuti per donazione, anche dopo il matrimonio, sono esclusi dalla comunione legale.

16 febbraio 2015 · Carla Benvenuto

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Donazione indiretta ad uno dei coniugi - il bene donato è escluso dalla comunione legale
Secondo giurisprudenza consolidata, l'intestazione in nome del figlio di un bene immobile acquistato dai genitori configura una donazione indiretta dell'immobile, sia nel caso di acquisto da parte del figlio con il denaro appositamente fornito dai genitori, sia nel caso di pagamento contestuale da parte dei genitori, sia nel caso di ...
Comunione legale » Che succede se il creditore espropria un bene ai coniugi?
In sede di comunione legale, nel caso di esecuzione forzata, come ad esempio un pignoramento, e vendita di uno dei beni divisi tra coniugi, il consorte non debitore ha diritto ad ottenere la metà della somma ricavata dalla vendita. I beni della comunione legale dei coniugi, infatti, possono essere espropriati ...
Donazione indiretta di un immobile » Per dimostrare che il bene ricevuto è escluso dalla comunione legale non basta un atto notarile
In caso di donazione indiretta di un immobile, per dimostrare che il bene donato sia escluso dalla comunione legale, non basta la dichiarazione contenuta nell'atto notarile, ma è necessaria una prova più consistente. In caso di donazione indiretta di un immobile, per verificare se tale bene rientri o meno nella ...
Debito personale di uno dei coniugi - Pignoramento ed espropriazione di beni ricadenti nella comunione
Esaminiamo la questione del creditore che voglia soddisfare un credito personale, cioè estraneo ai bisogni della famiglia, su beni appartenenti al coniuge debitore, ma ricadenti nella comunione legale con l'altro coniuge non debitore. La comunione legale tra i coniugi costituisce, nella interpretazione giurisprudenziale assolutamente prevalente una comunione senza quote, nella ...
Comunione legale fra coniugi e azione surrogatoria del creditore particolare di uno dei coniugi
La comunione legale è una istituto diverso dalla comunione ordinaria. Nella comunione ordinaria, le quote dei partecipanti alla comunione si presumono eguali, e ciascun partecipante può disporre del suo diritto e cedere ad altri il godimento della cosa comune nei limiti della sua quota. La comunione dei beni fra coniugi, ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca