Pignoramento beni presso residenza debitore in caso di sua irreperibilità

Mio fratello ha contratto un debito con il proprietario di una casa presso il quale era affittuario un anno fa.

Al momento mio fratello vive all’estero (ne ignoriamo il luogo), tuttavia risulta ancora residente in casa nostra.

Qualche giorno fa è arrivato un atto di precetto col quale il proprietario della casa ove mio fratello ha vissuto intima di pagare una certa somma entro dieci giorni dalla notifica dell’atto, pena l’esecuzione forzata (che immagino consista in un pignoramento).

Posto che, da voi apprendo, è possibile pignorare i beni mobili anche se non appartenenti al debitore (di fatto mio fratello non possiede nulla di pignorabile), vorrei sapere se per noi familiari è possibile tutelarci dal pignoramento dei beni di nostra proprietà (in alcuni casi dimostrabile, ma in altri no) togliendo la residenza a mio fratello.

Stante l’avvenuta notifica del precetto, credo che recarsi all’anagrafe al più presto e denunciare l’irreperibilità del debitore dalla residenza dichiarata sia la cosa migliore da fare per evitare spiacevoli conseguenze.

2 Dicembre 2015 · Annapaola Ferri

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Pignoramento presso la casa di residenza del debitore dopo che è stata chiesta la sua cancellazione dall'anagrafe per irreperibilità
Ho ricevuto un atto di precetto a nome di una mia familiare a casa mia venendo cosi a scoprire che aveva fatto la residenza qui: ho già provveduto ad avviare la pratica per la sua cancellazione all'anagrafe, pratica che però mi dicono prenderà molti mesi. Tale documento potrebbe bastare per evitare un pignoramento, le varie fonti che ho interpellato sono discordanti. ora la mia domanda è: i beni mobili di mia proprietà (lo sono tutti essendo casa mia e ho ricevute e scontrini di molti di questi) possono essere protetti ulteriormente con una dichiarazione del notaio? Ho anche sentito parlare ...

Valenza giuridica di un contratto di comodato dei beni presenti presso la residenza del debitore in caso di pignoramento
In occasione di un pignoramento presso la propria residenza, il debitore esibisce all'ufficiale giudiziario un contratto di comodato, registrato in data anteriore al pignoramento, dal quale risulta che tutti i beni mobili, ivi presenti, appartengono ad un terzo. L'ufficiale giudiziario, alla luce della sentenza della Corte di Cassazione numero 23625 del 20 dicembre 2012, non può comunque esimersi dal procedere al pignoramento. All'effettivo proprietario resta la possibilità di ricorrere allo strumento processuale dell'opposizione del terzo all'esecuzione. ...

Pignoramento beni presso la residenza del debitore - Come si individua il luogo dove pignorare?
Il mio ex ragazzo che viveva con me, ha ancora la residenza qui da me: tempo fa, quando vivevamo insieme ha ricevuto un ingiunzione di pagamento, che non penso abbia pagato, preciso il fatto che non ho più nessun rapporto con lui. Da quello che so, se dovesse presentarsi l'ufficiale giudiziario puó rivalersi su di me e pignorare i miei beni, dato che lui risulta essere residente a casa mia? Se invece io vado in Comune, dichiaro che non vive più con me, li levo perciò la residenza, l'ufficiale giudiziario si potrebbe comunque rifare su di me? il Comune mi ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento beni presso residenza debitore in caso di sua irreperibilità