Pignoramento beni in Russia e Dubai

Sono un italiano iscritto all’AIRE in Russia da quasi 6 mesi e con residenza e domicilio effettivo in Russia (mi reco in Italia solo 2-3 settimane l’anno). Preciso che ho chiuso tutte le mie posizioni in Italia: chiusura partita IVA, chiusura di posizioni contributive, nessun immobile né auto in Italia, rimane aperto solo un conto corrente con una piccola somma di denaro pari a 5 mila euro. Quindi risulto di fatto nullatenente in Italia!

La mia domanda e’ la seguente: in caso di accertamento fiscale e di emissione di cartelle esattoriale nei miei confronti, e’ possibile pignorare beni immobili/auto (con targa russa) o conti correnti detenuti dal sottoscritto in Russia e a Dubai?

Esistono delle convenzioni bilaterali Italia-Russia e Italia-Emirati che regolamentano la questione?

Russia e Dubai non sono al momento compresi nella lista degli stati esteri (prevalentemente appartenenti all’Unione Europea) con i quali l’Italia ha sottoscritto accordi per lo scambio di informazioni e per l’assistenza diretta nel recupero crediti di tipo esattoriale.

Ciò non esclude, tuttavia, che Equitalia, previo accordo con il creditore (Agenzia delle Entrate), possa ritenere economicamente conveniente affidare la riscossione coattiva degli importi iscritti a ruolo ad uno studio legale operante nel paese estero in cui risiede il debitore: tutto dipende dall’entità dei debiti esattoriali lasciati in Italia e dai beni acquisiti ed espropriabili in terra straniera.

19 Marzo 2016 · Ornella De Bellis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Pignoramento beni in Russia e Dubai - Chiarimento
Vorrei un chiarimento riguardo a quanto risposto nella precedente domanda: Ciò non esclude, tuttavia, che Equitalia, previo accordo con il creditore (Agenzia delle Entrate), possa ritenere economicamente conveniente affidare la riscossione coattiva degli importi iscritti a ruolo ad uno studio legale operante nel paese estero in cui risiede il debitore: tutto dipende dall'entità dei debiti esattoriali lasciati in Italia e dai beni acquisiti ed espropriabili in terra straniera. Vorrei avere un chiarimento in merito a quanto scritto sopra: 1) a quel punto si aprirebbe un contenzioso nel paese estero, che potrebbe durare anni e con i vari gradi di giudizio, ...

Debiti con banca e finanziaria - Partire per la Russia e lasciare i creditori con un palmo di naso?
Ho debiti con banche e finanziarie per circa 30 mila euro e sono sposato con una donna russa. Cosa mi succede se vado in Russia e lascio i debiti? Io vorrei fare il biglietto solo andata, e praticamente sparire. Lì sarei disoccupato e mantenuto da mia moglie. Non ho debiti con Equitalia, e qui in Italia non ho niente, assolutamente niente. ...

Pignoramento dei beni presso il debitore - Residenza fiscale persone fisiche residenza anagrafica e domicilio abituale
Nel caso la residenza anagrafica di una persona fisica differisca dalla residenza fiscale, il pignoramento è possibile anche presso la residenza fiscale anche se vi vivono e risiedono I suoceri? O l'esecuzione forzata avviene solo presso la residenza anagrafica del debitore? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento beni in Russia e Dubai