Pignorabilità quote di società in nome collettivo


Sono socio di una società in nome collettivo e titolare di quote sociali per il 33%: per ragioni che non sto qui ad illustrare, ho contratto debiti che non ho potuto onorare, non posseggo altro e mi chiedevo se i creditori possono procedere all’espropriazione della quota sociale nella snc da me detenuta.

L’espropriazione della quota detenuta dal socio di una società di persone, comportando l’inserimento nella compagine sociale di un nuovo soggetto, prescindendo dalla volontà degli altri soci, introdurrebbe un elemento di novità incompatibile con il carattere di tale tipo di società (Cassazione 15605/2002).

Infatti, nelle società di persone la modifica della compagine sociale richiede il consenso dell’unanimità dei soci: non possono, pertanto, essere introdotti nuovi soci, così come non possono essere sostituiti i soci esistenti, se non con il consenso di tutti.

Questo il motivo alla base dell’impignorabilità delle quote di società di persone detenuta dal debitore inadempiente.

22 Agosto 2019 · Ludmilla Karadzic



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignorabilità quote di società in nome collettivo