Pignorabilità dei buoni fruttiferi postali e codice postale e delle comunicazioni

Questo è il testo originale del codice postale e delle comunicazioni (DPR 29 marzo 1973, numero 156) Approvazione del testo unico delle disposizioni legislative in materia postale, di bancoposta e di telecomunicazioni.

Libro III Dei servizi di bancoposta Capo VI – Buoni Postali Fruttiferi

articolo 175. Insequestrabilità ed impignorabilità dei buoni postali fruttiferi. I buoni postali fruttiferi non sono sequestrabili, né pignorabili, tranne che per ordine dell’autorità giudiziaria in sede penale. Essi sono, inoltre, non cedibili, salvo il trasferimento per successione a termini di legge.

Perché voi sostenete che al contrario i BFP sono pignorabili?

Nel 1995 la Corte Costituzionale, con sentenza numero 508, ha dichiarato l’illegittimita’ costituzionale del primo comma dell’articolo 175 del DPR 156/73.

Inoltre, il Dlgs 284/1999 ha disposto l’abrogazione delle disposizioni recate dai capi V e VI, titolo I, libro III del decreto del DPR 156/73 a partire dai decreti di successiva emissione.

Solo i BPF in essere alla data di entrata in vigore dei medesimi decreti continuano ad essere regolati dalle norme anteriori.

13 Maggio 2015 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Buoni fruttiferi postali sono pignorabili?
Sempre circa la pignorabilità dei buoni fruttiferi postali sapreste dirmi cosa significa questo: essi inoltre sono insequestrabili e impignorabili tranne che per ordine dell'autorità giudiziaria in sede penale. Cosa significa in sede penale? Io ho ricevuto un'ingiunzione di pagamento dal giudice di pace, è questo il caso? ...

Buoni fruttiferi postali - La legge non può modificare l'entità degli interessi pattuiti così come indicati nel buono al momento della sottoscrizione
I buoni postali fruttiferi non hanno natura di titoli di credito: il vincolo contrattuale tra emittente e sottoscrittore dei titoli è destinato a formarsi proprio sulla base dei dati risultanti dal testo dei buoni di volta in volta sottoscritti. Pertanto, i buoni non debbono essere considerati solo e soltanto alla stregua di quanto previsto dalla normativa vigente, occorrendo viceversa scrutinare il testo dei buoni in discorso nel loro complesso. In pratica, pur configurandosi i buoni postali fruttiferi come documenti di legittimazione e non come titoli di credito, la corresponsione degli interessi va effettuata secondo quanto indicato per iscritto in detti ...

Tasse sui libretti di risparmio nominativi/buoni fruttiferi postali
Buongiorno, vorrei sapere se dal 2012 ci saranno modifiche, riguardo ad eventuali tasse/bolli, anche sui libretti di risparmio nominativi e ai buoni fruttiferi postali. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignorabilità dei buoni fruttiferi postali e codice postale e delle comunicazioni