Piena di debiti per colpa di mio padre, cosa posso fare?

Vi spiego la mia situazione rovinata dai miei genitori; tutto cominciò quando avevo 18 anni, mio padre per lavorare doveva aprire una società e non potendo sotto il suo nome, lo fece con il mio e con quello di mia sorella, sull'atto notarile c'è scritto che io sono l'amministrativa, mia sorella socio e mio padre quello che lavora per noi, io e mia sorella abbiamo il 45% della società e quindi mio padre solo il 10%.

Lo sbaglio è stato mio firmando tutti quei fogli ma pensavo che non ci avrebbe mai messo nei casini e non fu cosi, dopo qualche anno, cominciò a lavorare di meno, quel poco che lavorava non veniva pagato e i debiti con le tasse e con i venditori cominciarono a salire non riuscendo più a tenere la situazione sotto controllo.

Poi i problemi aumentarono con la morte dei genitori di mio padre, che in un mese o due dovevamo vendere casa per non perderla dopo la morte di mio nonno, per questo ci trasferiamo e andiamo ad abitare in una casa in affitto nel frattempo stavamo trovando un'abitazione più grande.

Trovammo casa e dato che non ci bastavano i soldi chiediamo un mutuo a nome mio e di mia sorella di 150.000€ dato che i miei non potevano perchè avevano dei precendenti protesti e soprattutto non hanno uno stipendo fisso.

Il problema è che tutto sta sotto il nostro nome ma i pagamenti li fa mio padre, ora però non riesce a pagare né il mutuo e né i debiti con i fornitori e io di questa situazione non ne posso più.

Non posso cominciare nemmeno a costruirmi un futuro dato che mi sta rovinando anche il presente. Il mio ragazzo ha paura a cominciare a costruire una vita insieme a me... anche se non gli ho parlato a fondo della mia brutta situazione ma ha capito che sto incasinata.

Non si può fare nulla? Non posso passare tutto a mio padre cosi per non far più parte della società e della casa?

Un'altra cosa, non posso nemmeno chiedere fallimento della società dato che sono la proprietaria della casa, ci sto provando in tutti a modi a fargli vendere la casa per pagare tutti i debiti e comprarne una più piccola; non posso nemmeno acquistarmi una macchina e intestarmela perchè con tutti questi debiti possono solo che portarmela via: lui adesso con i vecchi debiti ne è uscito fuori e vorrebbe spostare tutto a suo nome e a quello di mia madre, ma come fanno se non hanno uno stipendio fisso?

La sua è una situazione molto delicata, dove entrano in gioco vincoli affettivi nei quali non è eticamente corretto entrare, senza aver prima ascoltato le esigenze incombenti e le motivazioni che l'hanno determinata.

Il problema va affrontato nelle mura domestiche, in un clima di collaborazione e comprensione. Nella consapevolezza che, oggi più di ieri, è difficilissimo tenere unita una famiglia e provvedere al suo dignitoso sostentamento.

Se, invece, ritiene di essere stata semplicemente utilizzata per ragioni diverse, e meno nobili, allora il suggerimento è quello di rivolgersi, con la discrezione massima possibile, ad un legale.

11 giugno 2012 · Ornella De Bellis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

protesti

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Rinuncia all'eredità – i creditori possono chiedere la revocatoria dell'atto di rinuncia
Salve, avrei da chiedere alcuni chiarimenti. Circa un mese fa è venuto a mancare mio padre, lasciando oltre a dei depositi bancari anche una casa con un ettaro di terreno circostante. I depositi bancari sono intestati a lui e a mia madre, mentre la casa ed il terreno sono intestati ...
Debiti ed eredità – cosa fare quando un nostro congiunto ci lascia debiti e cartelle esattoriali da pagare
Accade talvolta che, successivamente alla morte di un proprio caro, i parenti ricevano degli avvisi di accertamento o delle cartelle esattoriali relative a debiti del defunto nei confronti dell'erario. A tal proposito può essere utile ricordare preliminarmente che soltanto gli eredi possono essere chiamati a rispondere dei debiti di persone ...
Debiti – cosa fare quando non si può pagare
La decisione di sospendere i pagamenti è nel Vostro caso - extrema ratio - condivisibile: non si umanamente pretendere che una famiglia si spinga al di sotto della soglia di sussistenza per rispettare gli impegni assunti. Tuttavia, la conseguenza più probabile di questa situazione saranno, a lungo andare, il pignoramento ...
Cosa fare quando non si può pagare – consigli per gestire il sovraindebitamento
Si dimentichi mutui od ulteriori prestiti per consolidamento a Suo nome, le segnalazioni negative in SIC che ha accumulato sono ostative per qualsiasi tipo di accesso al credito, e lo saranno almeno per 36 mesi da quando sarà riuscito a saldare per intero i Suoi debiti. L'unica possibilità potrebbe essere ...
Debiti e responsabilità patrimoniale dei soci sas
In una Sas i soci accomandanti rispondono solo nei limiti della quota conferita (responsabilità limitata), i soci accomandatari, invece, rispondono illimitatamente e solidalmente per i debiti della società. Da quello che riferisce Lei sarebbe una socia accomandante, pertanto, in assenza di eventuali ed ulteriori vincoli o garanzie prestate, al momento ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca