Nel piano del consumatore previsto dalla legge sulla composizione delle crisi da sovraindebitamento si tiene conto del cumulo di reddito del nucleo familiare?

Volevo sapere se nel piano del consumatore per determinare e stabilire la rata del quinto dello stipendio, vengono conteggiati oltre al mio stipendio, pure la pensione e lo stipendio di mio fratello con i quali ho la stessa residenza, ma che di fatto ognuno poi con il proprio stipendio è indipendente a sé. Infatti mi ritengo come un ospite obbligata, in quanto con il mio stipendio part time, non posso permettermi un affitto.

Il piano del consumatore, una delle opzioni offerte dalla legge per la composizione delle crisi da sovraindebitamento (legge 3/2012) parte dalla proposta preparata dall’organismo che assiste il debitore e che può essere, o meno, omologata successivamente dal giudice: è quindi il debitore che propone al giudice una soluzione di rientro dall’esposizione debitoria. La proposta può prevedere pertanto, una rata pari ad una qualsiasi quota (inferiore al 50% – massimo convenzionale ad oggi) dello stipendio dal debitore percepito.

Se invece il creditore agisce giudizialmente nei confronti del debitore con pignoramento presso terzi, allora la quota di prelievo, per debiti riconducibili a prestiti non rimborsati a banche e finanziarie, è stabilita dal codice di procedura civile nel 20% dello stipendio netto percepito dal debitore.

30 Novembre 2017 · Ornella De Bellis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

La legge per la composizione delle crisi di sovraindebitamento e il piano del consumatore
Ho un debito con la mia banca per due prestiti, che non sono riuscito ad onorare per circa 18 mila euro, ho ricevuto un decreto ingiuntivo di pagamento cui ho fatto ricorso affidandomi all'associazione ADUSBEF di Genova, sono passati già quasi due anni, adesso il prossimo 28 gennaio ci sarà la terza udienza (faccio presente che alle altre due udienze la banca non si è presentata) per concordare un rientro di 150 euro al mese. Oltre a questi due prestiti, mi sono ricordato, che con la banca avevo anche una carta di credito con un plafond di 6 mila euro, ...

Legge 3/2012 (salva suicidi) per la composizione delle crisi da sovraindebitamento e piano del consumatore per debiti cosiddetti misti ovvero derivanti anche da attività imprenditoriale
Vorrei presentare il piano del consumatore nell'ambito della legge 3/2012 per la composizione delle crisi da sovraindebitamento: sono una persona fisica e fino a 3 anni fa avevo una srl di cui ero amministratore. A favore della società avevo contratto un mutuo con mia fideiussione e ho 3 finanziamenti personali di cui un mutuo ipotecario regolarmente in ammortamento, ma purtroppo per cause che non sto a qui a dire ho smesso di pagare le 2 finanziarie. Vorrei presentare il piano del consumatore perché comunque sarei un soggetto non fallibile, ho ceduto le quote societarie 3 anni fa e sono un ...

Legge sulla composizione delle crisi da sovraindebitamento per il debitore non professionista
Ho debiti verso 2 finanziarie per 2 prestiti personali e due carte di credito che, per gravi problemi economici non posso più pagare, pur avendo uno stipendio. Illustro la situazione debitoria: 50 mila euro con rata da 750 euro, 8 mila euro con rata da 130 euro; e debiti di 2000 e 2500 euro per carte di credito con rate da 80 e 100 euro. Inoltre mutuo con rata mensile di 500 euro, sempre pagato regolarmente (per fortuna almeno quello). Vorrei sapere come funziona la cosa, Lo stipendio è, al netto della cessione del quinto di 1400 euro mensili e ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Nel piano del consumatore previsto dalla legge sulla composizione delle crisi da sovraindebitamento si tiene conto del cumulo di reddito del nucleo familiare?