Perseguibilità dei parenti ditta individuale

Sono sposata in separazione dei beni e residente (sulla carta) a casa dei miei genitori. Ho debiti che non riesco ad onorare nei confronti di inps e agenzia delle entrate, relativi ad una mia attività con ditta individuale che ho chiuso lo scorso anno.

Mio marito e/o i miei genitori sono perseguibili in caso di mia totale insolvenza? Se sì, in che modo? Io al momento non sono intestataria di nulla, immobili, automobili o altro. La casa in cui vivo è di mio marito, un domani erediterò una quota di quella dei miei genitori.

Potranno rivalersi anche su quella? Dopo quanto tempo i debiti col fisco vanno prescritti (se ci vanno)?

Diciamo che i suoi genitori non dovranno rispondere dei debiti contributivi e fiscali da lei accumulati nel corso della sua attività professionale.

L'unica conseguenza indiretta per i suoi cari potrebbe derivare da un pignoramento presso la residenza del debitore effettuato da Equitalia. Si tratta di un'azione esecutiva basata sulla presunzione legale di proprietà: tutto quanto presente nella residenza, o domicilio, del debitore si assume essere di proprietà del debitore.

Tuttavia va anche aggiunto che il pignoramento presso la residenza del debitore viene eseguito solo quando il debitore dimora in una casa di pregio, laddove è ragionevole attendersi di trovare beni di valore (opere d'autore, arredi di antiquariato, argenteria, gioielli ecc.).

Nel momento in cui lei ereditasse, il creditore potrebbe espropriarle i beni ereditati. Se lei rinunciasse all'eredità, il creditore potrebbe chiedere al giudice di sostituirsi a lei nel rilevare la massa ereditaria fino al soddisfacimento del debito.

Molto difficile che le pendenze fiscali e contributive vadano in prescrizione, con ciò intendendo che, chi per il creditore agisce (nello specifico Equitalia), possa omettere di notificare, in un periodo decennale di persistente insolvenza degli adempimenti a cui è chiamato il debitore, un atto di interruzione dei termini di prescrizione.

29 giugno 2015 · Ornella De Bellis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

eredità e successione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Mantenimento » Si ad assegno divorzile se ex marito fa carriera ed ex moglie no
Mantenimento post divorzio: Si ad assegno se ex marito fa più carriera dell'ex moglie » Sentenza Cassazione Sì all'assegno di mantenimento in favore della moglie se l'ex marito fa carriera e lei no. Questo importante concetto è stato stabilito dalla Corte di Cassazione la quale, con la pronuncia 23080/13, ha ...
Segnalazione alla Centrale Rischi di un credito in sofferenza - quando è legittima e quando determina il risarcimento del danno
Ai fini dell'obbligo di segnalazione in centrale rischi che incombe sulle banche, il credito può essere considerato in sofferenza allorché sia vantato nei confronti di soggetti in stato di insolvenza, anche non accertato giudizialmente o che versino in situazioni sostanzialmente equiparabili, nozione che non si identifica con quella dell'insolvenza fallimentare, ...
Avvio attività – ditta individuale o società di persone?
Una delle prime scelte che deve fare chi avvia una attività in proprio è quella della forma giuridica che dovrà assumere la gestione. Si tratta di stabilire, in pratica, se lavorare individualmente o associarsi con altre persone, costituendo una società. Se si sceglie quest’ultima soluzione, occorre inoltre decidere il tipo ...
Recupero crediti » Come difendersi dagli abusi e dalle scorrettezze?
Stanno aumentando, nel nostro Paese, sempre di più le denunce contro le agenzie di recupero crediti che praticano lo stalking creditizio: ovvero abusi e scorrettezze verso il debitore per il recupero delle somme insolute. In questo articolo, vi spieghiamo come difendersi. Siamo, da un bel po' , purtroppo, in tempo di ...
Prestiti tra parenti » Il diritto alla restituzione va provato
Prestiti tra familiari: se in tribunale si chiede la restituzione di una somma di denaro data a titolo di mutuo, l'attore deve fornire la prova rigorosa dell'esistenza di un accordo pregresso per la restituzione dell'importo. Ove in giudizio si chieda la restituzione di una somma di denaro conferita a titolo ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca