Per i figli di coppie di unioni di fatto come va individuato il nucleo familiare

La mia domanda è la seguente (cerco di essere più chiara possibile): per compilare la autocertificazione per la richiesta di esenzione ticket per età e reddito (regione veneto) come va individuato (per i figli di coppie di unioni di fatto/ inteso come forma di convivenza - legato da vincoli affettivi - fra due persone che non accedono all'istituto giuridico del matrimonio) il nucleo familiare fiscale se il figlio è a carico di entrambi i genitori (50% e 50%)?

Il mio dubbio nasce sul fatto (come ho scritto ieri) che come nucleo familiare ai fini dell'esenzione ticket per età e reddito (secondo quanto riportato sul sito dell'ULSS di riferimento e del Ministero della Salute) si intende quello rilevante ai fini fiscali non quello anagrafico risultante dal relativo certificato ed è costituito dal coniuge non legalmente ed effettivamente separato e dai familiari a carico. Spiega inoltre il sito dell'ULSS di riferimento che i Familiari a carico sono quelli per i quali spettano le detrazioni per i carichi di famiglia e vengono identificati nei seguenti soggetti: coniuge non legalmente ed effettivamente separato, figli anche naturali e/o adottati, affidati o affiliati con reddito non superiore a € 2.840,51, altri familiari conviventi con reddito non superiore a € 2.840,51 (il coniuge legalmente ed effettivamente separato, i discendenti dei figli, i genitori e gli ascendenti prossimi, anche naturali, i genitori adottivi, i generi e le nuore, il suocero e la suocera, i fratelli e le sorelle, anche unilaterali ecc.). I soggetti, pur conviventi, che dispongano di redditi propri e siano quindi tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi ai fini IRPEF, costituiscono, con l'eccezione del coniuge, nuclei familiari autonomi.

Quindi, mi sembra di capire che una coppia di fatto non è fiscalmente un nucleo familiare.

Inoltre mi sembra di capire che, se io avessi a carico il mio figlio al 100 % (e usufruirei delle relative detrazioni fiscali/ se non sbaglio è previsto che previo accordo tra i genitori, il genitore che possiede il reddito complessivo di ammontare più elevato, potrebbe usufruire della detrazione fiscale al 100 %.) l'autocertificazione dovrei presentare io (indicando solo il mio reddito?).

Ma se il figlio (come nel nostro caso) è a carico di entrambi i genitori (50% e 50%) come devo individuare il nucleo familiare fiscale?

Spero di non aver fatto una confusione ancora più grande di ieri.

Grazie.

Lei ieri non ha fatto alcuna confusione: è stata chiarissima e precisa nell'esposizione del problema e probabilmente ho sbagliato io ad allungare il brodo ... o ho inteso male.

Prefiguro due scenari, così cerchiamo di limitare al minimo gli equivoci.

A) Lei e suo figlio convivete, il suo compagno vive altrove

In questo caso volevo semplicemente dire (e lo ripeto in modo più conciso) che:

  1. il nucleo familiare fiscale non esiste;
  2. quando lo si vuole far esistere a forza nascono poi i problemi che lei lamenta: lei non sa qual è il suo nucleo familiare fiscale, non lo so io e non lo sa nessuno

Cosa si fa allora?

  1. si sceglie il nucleo familiare fiscale secondo la propria convenienza, rischiando che qualcuno interpreti le norme disseminate qua e là in modo difforme; quindi, ad esempio, il nucleo familiare costituito da genitore e figlio conviventi, anche se il reddito del geniitore convivente è minore di quello del non convivente;
  2. si sceglie una soluzione prudenziale inattaccabile giuridicamente, anche se svantaggiosa; per cui il figlio forma nucleo familiare fiscale con il genitore che ha il reddito maggiore, anche se questi non convive con il figlio (in pratica è l'opzione che la PA desidera si adotti);
  3. si fa un interpello all'Agenzia delle Entrate, se c'è tempo e voglia di farlo.

Escluderei sicuramente che la ripartizione della quota di carico fiscale al 50% per ciascuno dei due genitori, non coniugi e non conviventi, possa determinare l'iniquità di un nucleo familiare fiscale in cui siano inclusi entrambi i redditi.

B) Lei, suo figlio ed il suo compagno vivete insieme e fate parte della stessa famiglia anagrafica

In tale evenienza vanno sommati i redditi suoi e del suo compagno per determinare il reddito del nucleo familiare fiscale.

10 dicembre 2011 · Giorgio Valli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

convivenza anagrafica
dichiarazione redditi
isee nucleo familiare
nucleo familiare ISEE/ISEEU e famiglia anagrafica

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assegno per il nucleo familiare – sussiste anche per la famiglia di fatto
Il genitore di figli naturali riconosciuti ha diritto all'assegno familiare. In tal senso si è espressa la Corte di Cassazione, con la sentenza del 18 giugno 2010, numero 14783. Nel caso di specie, il ricorrente era coniugato con una persona, ma conviveva da anni con altra persona. Dalla convivente aveva ...
Dichiarazione Sostitutiva Unica ISEE per l'accesso a prestazioni socio sanitarie - Il nucleo familiare ristretto
Le prestazioni sociosanitarie, ai sensi della definizione adottata a fini ISEE, sono identificate come le prestazioni sociali agevolate assicurate nell'ambito di percorsi assistenziali integrati di natura sociosanitaria. Si tratta di prestazioni rivolte a persone con disabilità e limitazioni dell'autonomia, ovvero interventi in favore di tali soggetti: di sostegno e di ...
Assegno per il nucleo familiare - Regole in caso di separazione personale dei coniugi
L'assegno per il nucleo familiare è finalizzato ad assicurare una tutela in favore di quelle famiglie che mostrano di essere effettivamente bisognose sul piano economico. L'assegno per il nucleo familiare è attribuito in modo differenziato in rapporto al numero dei componenti ed al reddito del nucleo familiare, tenendo altresì conto ...
Nucleo familiare fiscale, nucleo familiare ISEE, nucleo familiare ISEEU e nucleo per gli assegni familiari
In principio era la “famiglia anagrafica”, quella che si rileva dallo storico "stato di famiglia" che, almeno una volta, chiunque di noi ha chiesto agli uffici dell'anagrafe comunale. Poi fu introdotto il nucleo familiare ISEE, come strumento di valutazione - nelle speranze del legislatore, oggettivo ed equo - finalizzato a ...
Revoca dell'assegnazione della casa familiare - I figli hanno comunque diritto al mantenimento finalizzato a procurare loro un nuovo alloggio
Il godimento della casa familiare è attribuito tenendo prioritariamente conto dell'interesse dei figli. Dell'assegnazione il giudice tiene conto nella regolazione dei rapporti economici tra i genitori, considerato l'eventuale titolo di proprietà. Il diritto al godimento della casa familiare viene meno nel caso che l'assegnatario non abiti o cessi di abitare ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca