Patrimonio a fini ISEEU con separazione dei beni dei coniugi

Sono un ragazzo di 25 anni: lavoro ormai da 4 anni, mia mamma è sposata da più di 10 anni con un signore che si può definire mio patrigno (non è mio padre naturale), che non mi ha mai riconosciuto come suo figlio; lui risiede da 6 anni in un'altro comune con reddito da pensione e di libero professionista; detiene anche un'appartamento tutto suo, mentre io e mia mamma, che lavora, viviamo in un'altro appartamento in affitto.

Mia mamma aveva iniziato circa 6 anni fa la separazione consensuale, ma in un certo momento la pratica è stata sospesa (per mancanza effettiva di fondi di mia mamma, all'epoca unica fonte di reddito per me e lei). Mia mamma e mio patrigno hanno la separazione dei beni. Mio patrigno, da 6 anni a questa parte, non si fa sentire e non fornisce alcun sostentamento economico.

Ai fini ISEEU verrà conteggiato anche il patrimonio di mio patrigno? Chiaramente in questa situazione lui non mi darà mai il/i suo/i CUD o ammontare al 31/12 del suo conto corrente e temo fortemente che mi venga assegnata la fascia massima, che non potrò sostenere.

Mi spiace molto per la situazione, ma il patrigno, in assenza di separazione legale, rientra sicuramente nel vostro nucleo familiare.

La separazione patrimoniale dei beni fra coniuge non è rilevante ai fini ISEE ed ISEEU.

24 aprile 2012 · Piero Ciottoli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

ISEE
isee nucleo familiare
ISEEU - ISEE per Università
nucleo familiare ISEE/ISEEU e famiglia anagrafica

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Separazione dei coniugi - la modifica delle condizioni di separazione
Quando è possibile chiedere la modifica delle condizioni di separazione? Non ci sono limiti di tempo per chiedere la modifica delle condizioni di separazione. I provvedimenti del Giudice in sede di separazione, infatti, vengono adottati sulla base delle circostanze esistenti al momento della loro pronuncia. Ne consegue che è sempre ...
Separazione dei coniugi - i presupposti dell'assegno di mantenimento
In caso di separazione, il coniuge che non abbia adeguati redditi propri può chiedere che l'altro coniuge versi un assegno di mantenimento. Per ottenere il mantenimento è necessario che ricorrano le seguenti condizioni: il coniuge richiedente non deve avere redditi adeguati; la separazione non deve essere addebitata al coniuge richiedente; ...
Separazione » Si configura il reato di appropriazione indebita se si sottraggono beni dall'ex casa coniugale
Dopo la separazione, qualora un ex coniuge sottragga dei beni dall'ex casa coniugale commette il reato di appropriazione indebita. Il coniuge che non prenda di buon grado la pronuncia del giudice e si appropri, prima di lasciare la casa assegnata all'ex di una serie di beni, come oggetti di arredo, ...
Famiglia e patrimonio » Focus sui rapporti patrimoniali tra coniugi: dalla separazione dei beni alla costituzione di un fondo patrimoniale
Breve viaggio nel mondo del regime patrimoniale della famiglia: tutto su comunione dei beni, separazione, fondo patrimoniale e altro ancora. Prima di cominciare a esaminare la situazione nel dettaglio, un pò di storia. Prima della riforma del diritto di famiglia, del 1975, spettava al marito somministrare alla moglie tutto ciò ...
Separazione dei coniugi - violazione del dovere di fedeltà ed addebito
Al fine dell'addebitabilità della separazione non è sufficiente che uno dei coniugi o entrambi abbiano tenuto comportamenti contrari ai doveri nascenti dal matrimonio, quale ad esempio il dovere di fedeltà, ma è necessario dimostrare un nesso di causalità fra tali comportamenti e la sopraggiunta intollerabilità della convivenza. È quanto affermato ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca