Passaggio del dipendente a nuova società subentrata e destinazione della rata di rimborso della cessione del quinto


Argomenti correlati:

Ho maturato con una società il mio TFR di euro 3 mila e 450 e avevo una cessione del quinto con una rata di 214 euro. La società dal 30/02/2018 ha lasciato l’appalto ed è subentrata una nuova società operativa dal 01/03/2018. Da 5 mesi continuo a pagare la rata di euro 214. Ieri mi è arrivata da parte della vecchia società una comunicazione che il mio TFR MATURATO lo daranno tutto alla finanziaria cche ha erogato il prestito dietro cessione del quinto.

Visto che sto rispettando il contratto e continuo a pagare la rata, posso chiedere che il mio TFR venga trasferito alla mia nuova società?

Con la cessione del quinto, l’importo del Trattamento di Fine Rapporto (TFR) maturato dal debitore viene vincolato a coprire, fino a capienza, il capitale residuo non rimborsato del prestito in caso di licenziamento o dimissioni volontarie del lavoratore ceduto.

Strano, quindi, che la nuova società continui a prelevare la rata: bisognerebbe capire che fine fa l’importo sottratto dalla busta paga. Pertanto, non resta che contattare la finanziaria che ha erogato il prestito per capire se effettivamente c’è stato, pr errore, un doppio rimborso (prelievo del TFR nonostante la continuità di del pagamento rateale), oppure, se la nuova società trattiene la rata ma non la versa a chi dovrebbe.

21 Luglio 2018 · Annapaola Ferri



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Passaggio del dipendente a nuova società subentrata e destinazione della rata di rimborso della cessione del quinto