Operazioni Intra Ue – Prestazione professionale resa da soggetto residente in UK a soggetto residente in Italia


Mi son trasferita nel regno unito da qualche mese, l’azienda in cui lavoravo vorrebbe collaborare con me per un progetto. Essendo residente in UK posso fargli fattura con la mia partita iva inglese? Sono costretta ad aprire una partita iva italiana o ci son altre alternative?

Per la prestazione professionale resa da un soggetto residente in UK (che in materia fiscale deve ritenersi ancora Stato UE) a un soggetto residente in Italia (committente), il luogo di tassazione viene individuato nel Paese di residenza del committente della prestazione, cioè in Italia.

La fattura emessa da chi effettua la prestazione professionale e risiede in UK non dovrebbe comprendere l’IVA. Il committente residente in Italia dovrebbe annotare nelle scritture contabili la fattura del prestatore di servizi comunitario, integrarla indicando l’ammontare dell’IVA, calcolata secondo l’aliquota in vigore in Italia per la tipologia di operazione realizzata e, naturalmente, versare l’imposta.

6 Giugno 2018 · Tullio Solinas



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Operazioni Intra Ue – Prestazione professionale resa da soggetto residente in UK a soggetto residente in Italia