Ingiunzione per tassa automobilistica che fu pagata dopo la scadenza – Cosa accade ora?


Mio marito ha ricevuto una intimazione di pagamento entro i 5 giorni per la tassa automobilistica: la tassa è stata pagata, ma con un ritardo di una decina di giorni. Quindi i miei quesiti sono: avendo effettuato il versamento in ritardo di 10 g in quali sanzioni incorre? L’esecuzione forzata può essere bloccata da questo versamento fatto? Si può fare qualcosa per fermare il fermo o il pignoramento? Ha validità questo versamento seppure in ritardo o verrà ignorato?

C’è poco da fare adesso: per evitare l’avvio dell’azione di riscossione coattiva (in particolare l’iscrizione del fermo amministrativo sul veicolo di proprietà del debitore) suo marito farebbe bene a raggiungere gli uffici regionali preposti alla riscossione della tassa automobilistica oppure la sede della società che ha notificato l’ingiunzione, prima della scadenza dei 5 giorni concessi per il pagamento, in modo da ottenere lo sgravio, rispetto alla somma ingiunta di quanto già pagato a suo tempo, seppure in ritardo, e provvedere al versamento di quanto residua.

27 Gennaio 2019 · Annapaola Ferri



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Ingiunzione per tassa automobilistica che fu pagata dopo la scadenza – Cosa accade ora?