Ingiunzione per tassa automobilistica che fu pagata dopo la scadenza – Cosa accade ora?


Mio marito ha ricevuto una intimazione di pagamento entro i 5 giorni per la tassa automobilistica: la tassa è stata pagata, ma con un ritardo di una decina di giorni. Quindi i miei quesiti sono: avendo effettuato il versamento in ritardo di 10 g in quali sanzioni incorre? L’esecuzione forzata può essere bloccata da questo versamento fatto? Si può fare qualcosa per fermare il fermo o il pignoramento? Ha validità questo versamento seppure in ritardo o verrà ignorato?

C’è poco da fare adesso: per evitare l’avvio dell’azione di riscossione coattiva (in particolare l’iscrizione del fermo amministrativo sul veicolo di proprietà del debitore) suo marito farebbe bene a raggiungere gli uffici regionali preposti alla riscossione della tassa automobilistica oppure la sede della società che ha notificato l’ingiunzione, prima della scadenza dei 5 giorni concessi per il pagamento, in modo da ottenere lo sgravio, rispetto alla somma ingiunta di quanto già pagato a suo tempo, seppure in ritardo, e provvedere al versamento di quanto residua.

27 Gennaio 2019 · Annapaola Ferri



Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Ingiunzione per tassa automobilistica che fu pagata dopo la scadenza – Cosa accade ora?