Pagamento dilazionato dei contributi INPS (Gestione separata commercianti) dovuti per il periodo che va da febbraio a maggio 2020

Ho chiuso la mia attività in Gestione separata commercianti i primi giorni giugno, adesso INPS richiede il pagamento del trimestre aprile-maggio-giugno come versamenti Contributi. Anche se la chiusura dell’attività è avvenuta i primi giorni di giugno devo comunque pagare rispetto all’intero mese?È possibile pagare la somma tra qualche mese? Si andrebbe incontro ad una riscossione forzata? È possibile pagare tale somma tra qualche mese aggiungendo gli interessi?

Nel caso in cui l’attività sia esercitata per un periodo inferiore all’anno solare, i contributi devono essere pagati solamente per i periodi di effettivo lavoro (mensilizzazione del contributo). Tuttavia, va corrisposta la quota mensile anche per un solo giorno di attività nel mese.

Per far fronte all’emergenza epidemiologica da Covid-19, il governo ha disposto la temporanea sospensione degli adempimenti e dei versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali da febbraio a maggio 2020.

Al termine del periodo di sospensione è stata prevista la restituzione dei contributi sospesi, senza applicazione di sanzioni e interessi anche attraverso rateizzazione.

Pertanto, può chiedere all’INPS la dilazione del debito riferito al bimestre aprile/maggio, con la possibilità di usufruire fino a un massimo di quattro rate mensili di pari importo.

In caso di omesso versamento dei contributi dovuti, si attiverà la procedura di riscossione coattiva.

7 Agosto 2020 · Tullio Solinas

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Omesso pagamento contributi personali INPS - Quando si incorre nel penale?
Io ho una piccola attività imprenditoriale senza dipendenti, sono qualche mese che ho difficoltà a pagare l'INPS personale, il mancato pagamento è reato penale? ...

Coronavirus - Contributo a fondo perduto (1000 euro) per libero professionista iscritto alla gestione separata da maggio 2019
Sono un libero professionista iscritto alla gestione separata INPS da maggio 2019: ho ricevuto il bonus da 600 euro per il mese di marzo e dovrei riceverlo anche per il mese di aprile. Purtroppo non potrò richiedere il bonus da 1000 euro per il mese di Maggio perché avendo iniziato a Maggio 2019, non potrò dimostrare il calo di fatturato nel secondo bimestre del 2020 rispetto al secondo bimestre dell 2019. Premesso che il fatturato che ho fatto nel secondo bimestre del 2020 è stato zero euro; posso richiedere il contributo a fondo perduto che invece prevederebbe anche il mio ...

Inps gestione separata
Sono titolare di una pensione per raggiunti limiti di età derivante da lavoro dipendente... per circa 10 anni ho lavorato come libera professionista (partita IVA), il commercialista che mi seguiva ha sbagliato una dichiarazione dei redditi 2004 (sparendo dalla circolazione) e sto pagando tramite Equitalia il debito con l'Agenzia delle Entrate con i soliti interessi al limite dell'usura. Nel frattempo ho ricevuto anche gli omessi contributi INPS facenti parte della gestione separata per la quale dovrei percepire una ulteriore pensione al compimento del 65 anno. Se mi rifiutassi di pagare cosa succede? Non è possibile rinunciare alla pensione? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pagamento dilazionato dei contributi INPS (Gestione separata commercianti) dovuti per il periodo che va da febbraio a maggio 2020