Pagamento diretto indennità malattia da parte dell’INPS

Argomenti correlati:

Il 15 gennaio venivo assunto da ditta edile a tempo indeterminato, il 22 gennaio mi sono ammalato e messo in malattia la ditta il 24 gennaio mi licenzia senza preavviso e solo al rientro al lavoro il 15 marzo venivo a sapere che ero stato licenziato. Ora l’INPS mi deve pagare la malattia perché sono 3 mesi che invio sollecito di pagamento diretto ma senza esiti

L’indennità di malattia spetta al lavoratore dipendente nel periodo compreso dal quarto al ventesimo giorno (i primi 3 giorni, infatti, sono di carenza) per il 50% della retribuzione media giornaliera; dal 21° al 180° giorno per il 66,66% della retribuzione media giornaliera. Essendo lei stato licenziato dopo due giorni di malattia, con contratto di lavoro a tempo indeterminato, le spetterebbe, in qualità di disoccupato, un’indennità in misura ridotta per un importo pari ai 2/3 delle percentuali appena indicate.

Tuttavia, in linea generale, l’indennità di malattia spetta per un massimo di giorni nell’anno solare pari ad 1/6 della durata complessiva del contratto a tempo indeterminato precedente la disoccupazione: siamo a poco più di una giornata di indennità.

Il ritardo è molto probabilmente imputabile alla situazione anomala (licenziamento durante la malattia) che si è venuta a realizzare.

19 Luglio 2019 · Tullio Solinas

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

NASpI - L'indennità di malattia rientra nella base di calcolo per determinare la misura della prestazione?
Gradirei sapere se nel calcolo NASPI oltre a conteggiare le settimane di lavoro e di malattia (Ai fini della durata della prestazione) Vanno calcolati anche i relativi importi lordi ricevuti come malattia, che compaiono nell'estratto conto Inps (ai fini del calcolo dell'importo che si riceverà). ...

Prescrizione sollecito di pagamento da parte di Equitalia
ieri 16 aprile viene consegnata a mia madre un sollecito di pagamento di una cartella equitalia notificata nel 2001 , la cartella del 2001 riguardava contributi inps del 93 e altre tributi sulla stessa fu fatto sgravio parziale , vorrei sapere se e leggitimo il sollecito delle somme restanti da pagare dopo 11 anni dalla notifica iniziale ...

Ordine giudiziale di pagamento diretto all'INPS - Mi verrà versato l'assegno di mantenimento anche se la pensione del coniuge separato è già gravata da pignoramenti?
Il 22 dicembre scorso mi sono separata e il presidente del tribunale ha disposto provvedimenti temporanei e urgenti a mio favore: l'ordine di pagamento e stato correttamente inoltrato all'INPS il 27 dicembre. Sono stati stabiliti 600 euro mensili con ordine di pagamento diretto all'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale. Premetto che il mio coniuge separato percepisce 1270 euro di pensione ed ha vari pignoramenti sulla stessa somma. La mia domanda è: L'INPS entro quando provvederà a pagarmi queste 600 euro mensili? E dato che il coniuge separato è sottoposto a vari pignoramenti e la pensione é solo di 1270 euro, l'INPS ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pagamento diretto indennità malattia da parte dell’INPS