Pagamento del debito totale e pagamento parziale a saldo stralcio – Differenze (teoriche) nell’aggiornamento della posizione censita in centrale rischi

Pagando integralmente un debito alla Banca, dopo che questa ha già fatto la segnalazione nelle centrali rischi, sia private che in quella della Banca d’Italia, posso con la liberatoria chiedere che il mio nominativo venga cancellato prima dei 3 anni?

Anche rimborsando integralmente il credito, si dovrà comunque attendere tre anni dalla data di regolarizzazione della posizione debitoria per ottenere l’automatico oscuramento della posizione negativa.

Nella ipotesi che il credito non sia stato ceduto ad una società di recupero crediti a cui è preclusa, di solito, la segnalazione (a meno che la cessionaria non sia aderente alla centrale rischi – cosa che richiede una quota di partecipazione) e (il credito insoluto) sia rimasto a carico della finanziaria o della banca creditrice originaria, la differenza fra pagare parzialmente a saldo stralcio o rimborsare integralmente il debito, consiste nel fatto che, nel primo caso, la segnalazione viene aggiornata riportando l’entità del debito residuo, nel secondo caso viene evidenziata, invece, la regolarizzazione integrale del debito.

Teoricamente, nel corso dei tre anni in cui la segnalazione aggiornata permane in centrale rischi, prima dell’obbligato oscuramento, un potenziale creditore potrebbe, a fronte dell’istanza di nuovo prestito da parte del cattivo debitore redento, valutare diversamente il merito creditizio del richiedente.

Ma, di questi tempi, la sottile differenza, a cui abbiamo accennato, non viene praticamente mai presa in considerazione: se sei censito in una centrale rischi il prestito viene negato, che tu abbia pagato a saldo stralcio o per intero.

22 Febbraio 2019 · Ornella De Bellis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Accordo a saldo e stralcio e permanenza in centrale rischi
Ho ricevuto da parte della Banca l'accettazione di una proposta di pagamento a saldo e stralcio. Nella comunicazione c'è scritto: Le ricordiamo che la definizione a saldo stralcio e transazione prevede il pagamento parziale del debito e che l'importo stralciato, in riferimento al quale la banca non avanzerà alcuna pretesa, verrà definito dalla quale perdita sui crediti, determinando in tal senso l'aggiornamento degli archivi delle Centrali rischi, così come previsto dalle norme di legge vigenti in materia. E' corretta,a Vostro avviso, la comunicazione di accettazione da parte della Banca? Vi chiedo cortesemente se ho capito bene, e cioè che dal ...

Accordo a saldo stralcio, debito rinunciato e illegittima segnalazione in Centrale Rischi - Il punto di vista dei giudici romani
Assume una chiara valenza transattiva l'accordo a saldo stralcio concluso con la banca, se quest'ultima, pur facendo riferimento - nella quietanza liberatoria - al debito originario parzialmente rimborsato, dichiara testualmente che l'obbligazione è stata integralmente estinta, con riferimento quindi anche alla quota eventualmente non escussa. In pratica, ciò vuol dire che l'accordo sottoscritto fra banca e debitore va interpretato come stipula di un accordo transattivo omnia (a saldo stralcio), in cui il creditore, non facendo esplicitamente riferimento ad una remissione parziale del debito (ex articolo 1236 del codice civile) si impegna, contestualmente, alla non escussione della quota non rimborsata del ...

Accordo transattivo a saldo stralcio - Illegittima la segnalazione in Centrale rischi per un debito rinunciato
Com'è noto, le disposizioni che regolano le modalità e i presupposti delle segnalazioni nelle Centrali Rischi, pubbliche e private, prevedono che il creditore (banca, finanziaria e società di recupero crediti) anche quando addiviene ad una definizione transattiva, sia sempre tenuto a procedere alla segnalazione, sebbene limitatamente alla quota parte dell'importo non recuperato. Infatti, devono essere segnalati i crediti passati a perdita, i crediti in sofferenza che il creditore ha considerato non recuperabili o per i quali non ha ritenuto conveniente intraprendere i relativi atti di recupero e le frazioni non recuperate dei crediti che hanno formato oggetto di accordi transattivi ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pagamento del debito totale e pagamento parziale a saldo stralcio – Differenze (teoriche) nell’aggiornamento della posizione censita in centrale rischi