Ordinanza ingiuntiva notificata a vecchia residenza.

Nel mese di ottobre 2009 presentai ricorso al Prefetto avverso una multa regolarmente notificata alla residenza di allora. Alla fine di novembre dello stesso anno ho trasferito la mia residenza in un'altra città di un'altra regione. Non ho più avuto notizie in merito al ricorso.

Agli inizi del mese di febbraio 2012, su indicazione di alcuni amici, ho verificato le sorti del mio ricorso nel sistema informativo delle sanzioni amministrative delle Prefetture e ho scoperto che nei miei confronti è stato emessa in data 1° giugno 2010 un'ordinanza ingiuntiva, mai ricevuta in quanto notificata al mio vecchio indirizzo di residenza.

Faccio notare che il cambio di residenza tempestivamente richiesto è stato regolarmente registrato dagli Uffici preposti mediante annotazione su registri anagrafici, patente e carta di circolazione. Ho fatto richiesta di accesso agli atti alla Prefettura competente e sono in attesa della definizione della stessa (al momento sono stati resi disponibili solo alcuni documenti... sto attendendo che sia resa disponibile, tra le altre, la copia della notifica dell'ordinanza mai ricevuta).

Oggi, a quasi due anni dalla data dell'ordinanza, posso chiedere l'annullamento della stessa per errore nella notifica sulla base delle risultanze del citato sistema informativo, visto che non ho un atto notificato contro il quale fare ricorso nel termine dei 30 giorni previsti (aggiungo che non ho ricevuto né risulta pendente alcuna cartella esattoriale a mio nome da parte di Equitalia)?

Io, al suo posto, attenderei la notifica della cartella esattoriale e poi chiederei lo sgravio perché il ricorso al Prefetto deve ritenersi accolto, non essendo stata correttamente notificata l'ingiunzione nei termini.

In mancanza dell'accoglimento dell'istanza di sgravio, procederei ad impugnare la cartella esattoriale innanzi al Giudice di Pace per assenza degli atti presupposti all'iscrizione a ruolo.

26 febbraio 2012 · Rosaria Proietti

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cambio residenza
cartella esattoriale
mediazione e ricorso cartella esattoriale
multa
notifica
notifica cartella esattoriale
notifica multa
opposizione a cartella esattoriale
ricorso multa
ricorso prefetto multa

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Strisce blu - per parcheggiare gratis e non pagare la multa bisogna dimostrare che l'ordinanza comunale è illegittima
Il trasgressore che ritenga illegittima l'ordinanza comunale istitutiva del parcheggio a pagamento e voglia proporre opposizione avverso l'atto di accertamento della contravvenzione di sosta all'interno delle strisce blu - senza esposizione del relativo tagliando - ha l'onere di dedurre e dimostrare le ragioni di tale illegittimità. In particolare, il trasgressore ...
Multa per parcheggio in zona blu senza esposizione del ticket - Si può contestare l'illegittimità dell'ordinanza istitutiva del parcheggio a pagamento ma non quella eventuale della delibera di concessione del servizio
Nel giudizio d'opposizione ad ordinanza ingiunzione avente ad oggetto l'irrogazione di sanzioni amministrative per violazione del codice della strada, il giudice ordinario ha il potere di sindacare incidentalmente, ai fini della disapplicazione, soltanto gli atti amministrativi posti direttamente a fondamento della pretesa sanzionatoria. Pertanto, ove sia stata irrogata una sanzione ...
Prescrizione e decadenza delle sanzioni amministrative - il termine per l'emissione dell'ordinanza ingiunzione
L'ordinanza-ingiunzione per il pagamento di una sanzione amministrativa deve essere adottata e notificata all'interessato entro cinque anni dalla violazione: in materia di sanzioni amministrative consistenti nel pagamento di una somma di denaro, l'autorità amministrativa adotta una ordinanza-ingiunzione, notificandola all'interessato all'esito del procedimento previsto dall'articolo 18 della Legge numero 689/81. La ...
Dal pignoramento all'ordinanza di vendita della casa – Schema del processo esecutivo immobiliare
1) Pignoramento Pignoramento anche in base a scrittura privata autenticata. Il pignoramento deve contenere invito ad eleggere domicilio in comune compreso nel circondario del tribunale, con avvertenza che altrimenti le successive notifiche e comunicazioni saranno effettuate presso la cancelleria (articolo 492 c. 2) 2) Istanza di vendita deposito dell'istanza di ...
Il domicilio fiscale e la residenza anagrafica del contribuente
Salve, vorrei chiedere che differenza passa fra la residenza anagrafica ed il domicilio fiscale di un contribuente. Grazie. Il domicilio fiscale, a norma dell'articolo 58 dpr 600/73, per le persone fisiche coincide, generalmente, con la residenza anagrafica risultante dai registri demografici. I soggetti diversi dalle persone fisiche (persone giuridiche) invece, ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca