Opposizione a cartella esattoriale originata da multa per violazione al Cds per omessa notifica del verbale di accertamento – Quale procedura?

Mi è stata notificata, ieri, una cartella esattoriale originata dal mancato pagamento di una sanzione amministrativa per violazione del codice della strada: ma non mi è stato mai notificato il verbale di accertamento della violazione.

Posso presentare ricorso al giudice delle esecuzioni ex articolo 615 del codice di procedura civile?

L’opposizione deve essere proposta ai sensi dell’articolo 7 del decreto legislativo 150/2011, a norma del quale, le controversie in materia di opposizione al verbale di accertamento di violazione del codice della strada sono regolate dal rito del lavoro: l’opposizione, pertanto, si propone davanti al giudice di pace del luogo in cui è stata commessa la violazione, entro trenta giorni dalla data di notifica della cartella esattoriale.

Così come stabilito nella sentenza 22080/2017 della Corte di cassazione – sezioni unite civili – e sempre nell’ipotesi che il verbale di multa non sia stato notificato nei 90 giorni successivi all’accertamento della violazione, neanche per compiuta giacenza (presso l’ufficio postale o l’albo pretorio comunale).

Infatti, se l’amministrazione, che è onerata della relativa prova, non dimostra di avere eseguito tempestivamente e validamente la notifica del verbale di accertamento, la pretesa sanzionatoria è estinta. Qualora, invece, l’amministrazione dimostri di avere ottemperato validamente alla notifica del verbale, l’opposizione verrà dichiarata inammissibile.

Per finire, se la cartella esattoriale risulta notificata oltre il quinquennio dalla data di accertamento della violazione, l’opposizione può essere esperita innanzi al giudice delle esecuzioni ex articolo 615 del codice di procedura civile, per eccepire l’intervenuta prescrizione del diritto a riscuotere le somme pretese, conformemente a quanto previsto dall’articolo 28 della legge 689/1981.

3 Settembre 2019 · Giuseppe Pennuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Diventa complicata (o, meglio, impossibile) l'opposizione a cartella esattoriale originata da multe per violazione al Codice della strada in assenza di notifica del verbale di accertamento o quando il verbale viene notificato tardivamente
Fino al 22 settembre 2017 (data di pubblicazione della sentenza 22080/2017 della Corte di cassazione a sezioni unite) il rimedio dell'opposizione all'esecuzione (ex articolo 615 del codice di procedura civile) era stato individuato come praticabile contro la cartella esattoriale, per dedurre il vizio di notifica del verbale di accertamento. Così aveva individuato la giurisprudenza di legittimità, a far data dalla pronuncia 4814/2008. In pratica, nel caso di omessa notifica del verbale di accertamento della violazione al Codice della strada, o di notifica tardiva del verbale di accertamento dopo i 90 giorni previsti dalla legge, bastava opporsi alla successiva notifica della ...

Opposizione alla cartella esattoriale originata da multa non pagata - Ammissibile solo se il verbale di accertamento dell'infrazione non è stato notificato
Avverso la cartella esattoriale o l'avviso di mora emessi ai fini della riscossione di sanzioni amministrative pecuniarie è ammissibile l'opposizione soltanto ove la parte deduca che essa costituisce il primo atto con il quale è venuta a conoscenza della sanzione irrogatale, in quanto sia mancata la notifica dell'ordinanza-ingiunzione o del verbale di accertamento dell'infrazione per quel che riguarda le violazioni al Codice della strada (così Cassazione 21793/2010). In altre parole, l'opposizione avverso la cartella esattoriale emessa ai fini della riscossione di sanzioni amministrative pecuniarie presuppone in ogni caso la mancata notifica del precedente verbale di contestazione (Cassazione 5803/2015). Anche le ...

Opposizione a preavviso di fermo amministrativo per omessa notifica del verbale e della cartella esattoriale
Quando si contesta il preavviso di fermo amministrativo, rilevando la mancata notifica del verbale di accertamento delle violazioni del Codice e della cartella di pagamento e si eccepisce l'intervenuta prescrizione del diritto alla riscossione della sanzione, per essere decorsi più di cinque anni dalla violazione, l'azione va qualificata come opposizione all'esecuzione non ancora iniziata ed è regolata dall'articolo 615 del codice di procedura civile. La giurisprudenza della Corte di cassazione ha ribadito che, in simili circostanze, è competente il giudice di pace. Non rileva, al riguardo, il fatto che l'opposizione è avanzata a seguito della notifica del preavviso di fermo ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Opposizione a cartella esattoriale originata da multa per violazione al Cds per omessa notifica del verbale di accertamento – Quale procedura?