Possibile limitare la quota di pignoramento contraendo ulteriori debiti?

In riferimento a questa precedente discussione, nel caso in cui dovessi comprare un immobile con un mutuo, cedendo usufrutto vitalizio a mia moglie e mio figlio, credo che a quel punto di attaccabile ci sarebbe la sola nuda proprietà, almeno fino alla data della morte degli usufruttuari. In questo caso, con uno stipendio di 1000 Euro ed una rata di 250 Euro mese per il mutuo, il mio stipendio portoghese rimarrebbe attaccabile? Se si, come ho capito, lo sarebbe in che misura? 20% di 1000 o 20% di 750?

Evidentemente, nella precedente risposta, non siamo riusciti ad esprimerci con sufficiente chiarezza.

A parte la rata finalizzata a servire un prestito di cessione del quinto (la cui influenza rileva solo quando presente insieme ad un congruo pignoramento riconducibile a crediti alimentari, come abbiamo già cercato di spiegare) tutte le altre rate di rimborso per prestiti sottoscritti dal debitore è come se non esistessero per il giudice chiamato a decidere l’entità del pignoramento.

La quota percentuale di prelievo, per crediti ordinari, resta del 20% della retribuzione al netto degli oneri fiscali. Un altro 20% può essere destinato a soddisfare i creditori esattoriali. Può sussistere una riduzione della trattenuta se, e solo se, l’importo prelevabile per il pignoramento su cui il giudice è chiamato a decidere, la rata di cessione del quinto e i prelievi per i pignoramenti già gravanti sullo stipendio, superassero, insieme, il 50% dello stipendio netto percepito dal debitore.

Infine, mi permetto di suggerire di non essere troppo affrettato nelle conclusioni a cui giunge: l’usufrutto donato a moglie e figli può essere facilmente revocato su azione giudiziale dei creditori, per cui il bene immobile acquistato potrebbe essere venduto all’asta senza alcun presunto vincolo ostativo all’acquisto in asta pubblica.

Inoltre, i creditori possono scegliere liberamente il bene del debitore da aggredire: immobile, stipendio, conto corrente.

2 Aprile 2018 · Genny Manfredi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Ulteriori chiarimenti su pignoramento stipendio
Ho letto la risposta fornita in questo topic, però vorrei chiedere una cosa che non mi è chiara: per i debiti ordinari quindi verso finanziarie, il massimo che il Giudice può disporre di prelevare dallo stipendio è il 20%; quindi su uno stipendio di 1700 euro con cessione del quinto di 220 euro sarebbero circa 300 euro? Perchè leggendo un articolo ho trovato che il Giudice può disporre della metà dello stipendio decurtato della quota di cessione del quinto in corso, quindi 1700/2=850-220=630? Perchè per noi sarebbe impossibile in questo caso pagare con puntualità il mutuo di 500 euro. La ...

Pignoramento dello stipendio per debiti ordinari e possibile pignoramento anche del conto corrente dove viene accreditata la retribuzione
Ho un pignoramento in corso dello stipendio presso il mio datore di lavoro per debiti ordinari per il massimo consentito dalla legge cioè 1/5. Ho un accodo di pignoramento al 1° pignoramento sempre per debiti ordinari (ovviamente). E' arrivato un terzo creditore sempre per debiti ordinari che intima ai terzi pignorati la dichiarazione secondo l'articolo 547 cpc, solo che questo la intima sia al mio datore di lavoro, ed in questo caso so che ci sarà il 2° accodo, sia alla banca, dove viene versato il mio stipendio. E preciso che questo conto viene utilizzato solo ed esclusivamente per l'accredito ...

Pignoramento casa e debiti vari e sto per andare in pensione quota 100 - Cosa posso fare per uscire da questo labirinto?
Sono carico di debiti, una cessione di 1/5 in corso, una delega di pagamento sempre di 1/5 ed un pignoramento: tutti questi debiti mi portano al di sotto della metà dello stipendio che detratto l'IRPEF, le figlie e moglie a carico lo stipendio netto arriva a 500 euro. Il mutuo contratto è di 580 euro per venti anni. Sono riuscito a pagare per quasi due anni ma poi non c'è l'ho fatto più o mangiavo o pagavo il mutuo. Per sopravvivere ho scelto di staccare il mutuo: la banca ha dato mandato ad una società di recupero crediti. Io sto ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Possibile limitare la quota di pignoramento contraendo ulteriori debiti?