Numero verde sinistri – Occhio alle imitazioni e ai numeri a pagamento


Essendo stato coinvolto in un sinistro, ho dovuto chiamare il numero, fornitomi dalla mia compagnia assicurativa, per denunciarlo: con mia grande sorpresa ho notato che era a pagamento.

Non dovrebbe essere un numero verde gratuito?

Come posso segnalare la cosa?

Per sicurezza, il numero verde sinistri andrebbe sempre annotato sul taccuino dell’automobilista: purtroppo però, come spesso accade, in questo mondo c’è chi cerca di marciarci sopra, traendo in inganno l’utenza e rendendola a pagamento.

A seguito di segnalazioni, dunque, l’IVASS ha condannato queste pratiche.

L’istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, infatti, a seguito di segnalazioni, ha rilevato che alcuni assicurati per ottenere informazioni sui sinistri dovevano comporre numeri telefonici a tariffe superiori alle ordinarie (prefisso 199).

L’intervento ha fatto sì che 5 imprese di assicurazione e i loro partner bancari hanno sostituito i numeri a pagamento con numeri verdi gratuiti.

Si ricorda che in base alla nuova Legge sulla Concorrenza (art. 1, comma 130, della L. 124/2017), gli istituti bancari e le imprese di assicurazione devono garantire l’accesso ai servizi di assistenza alla clientela a costi non superiori rispetto alla tariffa ordinaria urbana.

In caso di utilizzo di linee con tariffe maggiorate, l’istituto invita ad effettuare segnalazioni al numero verde 800 486661 o alla casella pec tutela.consumatore@pec.ivass.it.

21 Maggio 2018 · Giuseppe Pennuto



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Numero verde sinistri – Occhio alle imitazioni e ai numeri a pagamento