Cessione del quinto e contratto non stipulato

Se il mio nuovo datore di lavoro non
accetti questa ultima cessione del quinto,visto che con lui ne ho presa
già una da 133 euro,si può rifiutare in quanto il contratto non era
stato stipulato con loro ma con un'altra società ,cosa comporterebbe sia a me e sia a loro nel caso non accettasse,poi per quanto riguarda l'impugnazione del sequestro del quinto all'ufficiale giudiziario come devo fare,è il caso di prendere un avvocato o non serve a nulla perchè sarebbe peggio,nel caso da solo come devo fare per conferire con l'ufficiale giudiziario,per dimostrargli che uno deve avere la possibilità di vivere,non possono togliere troppi soldi dallo stipendio errore o non errore che sia stato fatto,c'è l'affitto il mangiare e il figlio da crescere,come campa una famiglia,è vero lo sbaglio è stato prendere questi benedetti prestiti,ma purtroppo è cosi.

Le ho spiegato che quella di cui parliamo non è una nuova cessione, ma un pignoramento del quinto.

30 ottobre 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cessione del quinto

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cessione quinto » I pro e i contro di questo contratto di prestito
Cessione del quinto: scopriamo i pro e i contro di questa, a volte utile, forma di contratto di prestito. Ormai, la crisi economica spinge sempre più consumatori italiani a indebitarsi anche per le spese di lieve entità. Ma, con le banche che sempre meno erogano denaro liquido, si è riscoperta ...
Cessione del quinto » Piccolo prontuario per il debitore
La Cessione del quinto è un prestito personale con massima libertà di utilizzo della somma ricevuta. Il richiedente in cambio “cede” una parte del suo stipendio o della sua pensione (al massimo di un quinto) autorizzando il suo datore di lavoro a trattenere ogni mese dalla busta paga o dalla ...
Valenza giuridica di un contratto di comodato dei beni presenti presso la residenza del debitore in caso di pignoramento
In occasione di un pignoramento presso la propria residenza, il debitore esibisce all'ufficiale giudiziario un contratto di comodato, registrato in data anteriore al pignoramento, dal quale risulta che tutti i beni mobili, ivi presenti, appartengono ad un terzo. L'ufficiale giudiziario, alla luce della sentenza della Corte di Cassazione numero 23625 ...
Contratti di prestito – rinnovo della cessione del quinto
Il lavoratore dipendente che ha in corso una cessione del quinto può chiederne il rinnovo della cessione prima della data di scadenza. Questa è una caratteristica della cessione del quinto che può risultare molto importante. Procedere al rinnovo della cessione significa erogare un nuovo finanziamento che viene in parte utilizzato ...
Pignoramento dei beni mobili in comodato all'inquilino
Contratto di comodato e debiti dell'affittuario: esiste la possibilità che un ufficiale giudiziario effettui il pignoramento dei beni dell'inquilino, anche se sono di proprietà del padrone di casa? La normativa vigente, avvalorata da giurisprudenza consolidata, ritiene che il creditore possa tranquillamente procedere ad un pignoramento mobiliare anche quando i beni ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca