Notifica residente all’estero

A gennaio 2015 mi sono cancellato dall’anagrafe del comune italiano di residenza e sono stato inseritio nella lista transitoria di quelli che se entro 12 mesi non si iscrivono all’aire vengono inseriti nella lista degli irreperibili e segnalati al prefetto.

Ad aprile 2015 ho conseguito la regolare residenza in messico e il 15 maggio ho portato all’ambasciata i documenti per l’iscrizione all’AIRE di cui sono in possesso di ricevuta.

Per l’aggiornamento della banca dati del Comune, l’ambasciata mi ha comunicato ci vorranno circa 90 gg per “tempi italiani burocratici”.

In data 15 giugno ho saputo che è stata appesa alla casa comunale un avviso di accertamento a mio nome seppur cancellato dalle liste anagrafiche da gennaio 2015 e per di più in possesso di ricevuta della richiesta di iscrizione all’Aire in data anteriore.

La notifica diventa nulla perchè avrebbero dovuto notificarmela all’estero? Per i “tempi burocratici italiani” l’agenzia delle entrate perde i suoi soldi? Se la notifica è da ritenersi nulla anche eventuali e successive cartelle equitalia decadono?

L’iscrizione all’AIRE è effettuata a seguito di dichiarazione resa dall’interessato all’Ufficio consolare competente per territorio entro 90 giorni dal trasferimento della residenza e comporta la contestuale cancellazione dall’Anagrafe della Popolazione Residente del Comune di provenienza.

Fino a quando non siano decorsi i 90 giorni, la regolare notifica di un atto al soggetto incluso nella lista transitoria delle persone senza dimora (p.s.d.) che abbia presentato formale istanza di iscrizione all’AIRE, va effettuata con affissione all’albo pretorio del Comune in cui il soggetto è presente fra i senza fissa dimora.

Fermo restando che la notifica dell’avviso di accertamento a cui lei si riferisce è stata correttamente perfezionata, in generale, per eccepire il vizio di notifica di un atto di natura fiscale è necessario impugnare innanzi alla Commissione Tributaria Provinciale un conseguente atto notificato al destinatario (ad esempio la cartella esattoriale) o un qualsiasi provvedimento esecutivo (iscrizione di ipoteca, fermo amministrativo, pignoramento) del quale il destinatario viene a conoscenza.

E’ evidente che il vizio di notifica che interessi un avviso di accertamento, dichiarato nullo in sede giudiziale, rende nulli anche tutti gli atti ed i provvedimenti esecutivi conseguenti.

20 Giugno 2015 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Notifica all'estero
In relazione alla mia precedente domanda e alla dettagliata risposta vorrei questa conferma. Il 15 gennaio 2015 faccio cancellare all'anagrafe l'indirizzo di residenza e mi iscrivono nella lista dei senza fissa dimora. Ottengo in data 1 aprile 2015 ufficiale residenza estero con relativo documento di identità e da questa data ho tempo 90 gg per iscrivermi all'aire. mi iscrivo all'aire il 15 maggio. Le notifiche dal 1 di aprile al 1 luglio (90 gg di tempo x iscriversi all'aire dall'ottenimento della residenza)gli avvisi possono essere notificati alla casa comunale dopo di che all'estero? E se mi fossi scritto all'AIRE dopo ...

Sono residente all'estero ma ricevo giacenze avvisi al mio vecchio indirizzo
Sono iscritto all'Aire dal 01 agosto 2013, risiedo all'estero, non ho beni in Italia, eccetto il bene più caro, la mia mamma, come tutte molto apprensiva, e dall'8 maggio 2014 particolarmente preoccupata in quanto è pervenuta una cartolina di giacenza (lei era assente) di Equitalia nella quale è scritto che solo io posso ritirare la missiva. Premesso che vivo a 10 ore di viaggio dall'Italia, che a fine luglio 2013 ho dato comunicazione di cambio residenza al mio comune e di seguito iscritto in ambasciata all'Aire, che dal vostro eccellente post se ben capito e come mi par normale, ...

Notifica all'estero con raccomandata AR
Sono residente all'estero iscritto all'AIRE: l'Agenzia delle Entrate ha inviato una Raccomandata AR con un avviso di accertamento all'indirizzo estero; ma non è riuscita a recapitarmelo perchè assente per viaggio e le poste messicane hanno rispedito tutto indietro senza la firma sulla ricevuta di ritorno e con scritto "destinatario assente". In relazione ad una sentenza della commissione tributaria di Reggio emilia del 2015 dovrebbe procedere alla affissione alla Casa Comunale e al contestuale invio di un'ulteriore raccomandata all'estero per avvisarmi della suddetta giacenza. Nel caso venga affissa alla casa comunale senza l'invio della raccomandata l'atto è nullo mentre se anche ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Notifica residente all’estero