Notifica postale di multa notificata ad indirizzo errato ma comunque ritirata dal destinatario? E' comunque viziata?

Una multa notificata tramite il servizio postale ad un indirizzo errato poi ritirata per caso dopo che sono scaduti i 90 giorni è comunque valida?

Ammesso, e non concesso, che la notifica del verbale di multa fosse stata viziata in quanto effettuata ad un indirizzo diverso dalla residenza del proprietario del veicolo, e, dunque, in un luogo estraneo alla sua sfera soggettiva, il ritiro del verbale stesso, anche in giacenza presso l'ufficio postale e nonostante siano decorsi 90 giorni dalla data in cui è stata commessa l'infrazione al Codice della strada (ma spedita prima dello spirare dei 90 giorni dall'infrazione), ha inevitabilmente sanato il vizio.

16 maggio 2017 · Giuseppe Pennuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

notifica atti a mezzo posta
notifica multa
termini notifica multa

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Notifica della multa non valida a indirizzo rilevato dal PRA qualora il destinatario abbia cambiato residenza
Non valida la notifica della multa all'indirizzo ottenuto dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico) qualora il destinatario abbia cambiato residenza. Questa la motivazione della sentenza 18049/2011 della Corte di Cassazione. Secondo i giudici di Piazza Cavour, infatti, il terzo comma dell'articolo 201 del codice della strada - laddove prevede che le ...
Illegittima la notifica diretta a mezzo posta di un avviso di accertamento fiscale recapitato al precedente indirizzo in cui il destinatario svolgeva attività professionale
A partire dal 15 maggio 1998, data di entrata in vigore dell'art. 20 della legge n. 146 del 1998 (il quale ha modificato l'art. 14 della legge n. 890 del 1982), gli uffici finanziari possono procedere alla notifica a mezzo posta ed in modo diretto degli avvisi e degli atti ...
Ai fini della prescrizione di una sanzione amministrativa la notifica della cartella esattoriale si perfeziona solo al momento in cui l'atto perviene all'indirizzo del destinatario e non con la consegna all'ufficio postale
In tema di sanzioni amministrative, la consegna, all'ufficiale giudiziario (o al servizio postale) di un atto successivo al verbale di accertamento, non è idonea ad interrompere il decorso del termine di prescrizione quinquennale del diritto alla riscossione previsto dall'articolo 28 della legge 689/1981. Infatti, il principio generale, secondo il quale, ...
Cartella esattoriale di Equitalia: marito e moglie non si parlano? » Basta che l'atto sia consegnato al coniuge del legittimo destinatario per rendere valida la notifica
E' valida la notifica della cartella esattoriale di equitalia consegnata al coniuge dell'effettivo destinatario, anche se questi, per dimenticanza o di proposito, non avverte il legittimo ricevente. La cartella esattoriale è valida anche quando il coniuge non la consegna al contribuente. È sufficiente che la notifica sia avvenuta nell'indirizzo di ...
Equitalia » Nulli gli atti fiscali spediti ad indirizzo errato del contribuente
Sono nulli gli atti fiscali recapitati da Equitalia a un indirizzo diverso dalla residenza del contribuente al quale è sufficiente dimostrare l'estraneità del luogo alla sua sfera soggettiva. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con la sentenza 25938/13. E' stato così accolto il ricorso di un avvocato ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Tassonomie

Cerca