Notifica di un atto - Momento in cui si intende effettuata la notifica per il destinatario

In una vostra risposta di qualche tempo fa si leggeva che la notifica di un atto giudiziario si intende effettuata per il mittente all'invio dell'atto stesso (ai fini della prescrizione) e per il debitore si intende notificato dopo la compiuta giacenza (ai fini del ricorso).

Volevo sapere se esiste un riferimento di legge che regolamenta ciò è se, ai fini della prescrizione di una cartella che mi è arrivata, si può intendere la data riportata sull'avviso MOF recapitatomi dalle poste o se bisogna fare riferimento ad altre date?

La Corte costituzionale, con sentenza 477/2002, ha specificato che il momento di perfezionamento della notifica effettuata a mezzo del servizio postale, viene individuato per il notificante, nella data di consegna dell'atto all'agente notificatore o alle poste (per gli avvocati che si avvalgono della notifica diretta attraverso il servizio postale la data di notifica coincide, invece, con quella di spedizione); per il destinatario, nella data di ricevimento dell'atto attestata dall'avviso di ricevimento, o dopo i dieci giorni di giacenza previsti in caso di temporanea irreperibilità del destinatario.

Anche i giudici della Corte di cassazione, nella sentenza 13970/2004 hanno precisato che ... deve ritenersi operante nell'ordinamento vigente un principio generale secondo il quale, qualunque sia la modalità di trasmissione, la notifica di un atto processuale, almeno quando debba compiersi entro un determinato termine, si intende perfezionata, dal lato del richiedente, al momento dell'affidamento dell'atto all'ufficiale giudiziario che funge da tramite necessario del notificante nel relativo procedimento vincolato .

Questi i principi di diritto a cui bisogna attenersi in tema di notifica, senza alcuna possibilità di intendere (o di volere).

29 settembre 2016 · Paolo Rastelli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cartella esattoriale prescrizione e decadenza
notifica cartella esattoriale
notifica per compiuta giacenza

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Notifica diretta (semplificata) a mezzo posta di avvisi di accertamento e cartelle esattoriali - Se l'atto è consegnato al portiere non è necessaria la raccomandata informativa da spedire all'effettivo destinatario
Gli uffici dell'amministrazione finanziaria (Agenzia delle entrate) ed il concessionario della riscossione (Equitalia) possono procedere alla notifica a mezzo posta ed in modo diretto degli avvisi e degli atti che per legge vanno notificati al contribuente. Ne consegue che, quando l'ufficio dell'amministrazione finanziaria, o il concessionario si sia avvalso di ...
Notifica diretta della cartella esattoriale - Se effettuata in busta chiusa il destinatario può sempre eccepire un vizio di notifica
Com'è noto, la cartella esattoriale può essere notificata con raccomandata A/R tramite invio diretto effettuato da Equitalia (o da un qualsiasi concessionario della riscossione in ambito locale). Se la cartella esattoriale viene inserita in una busta chiusa, tuttavia, la ricevuta di ritorno attesta solo che la busta è stata consegnata ...
Notifica degli atti attraverso il servizio postale - momento in cui deve considerarsi perfezionata la notifica del'atto
La notifica degli atti con il servizio postale è regolato dalle norme di cui alla legge 20 novembre 1982, numero 890. L'articolo 10 della legge 3.8.1999, numero 265 ha apportato modifiche al primo comma dell'articolo 12 della legge 20 novembre 1982, stabilendo che: "Le norme sulla notifica degli atti giudiziari ...
Difetto di notifica dell'atto presupposto - Implicazioni della scelta di impugnare il solo atto consequenziale o anche l'atto presupposto
Atteso che la correttezza del procedimento di formazione della pretesa tributaria é assicurata mediante il rispetto di una sequenza procedimentale di determinati atti, con le relative notifiche, allo scopo di rendere possibile un efficace esercizio del diritto di difesa del destinatario, l'omissione della notifica di un atto presupposto costituisce un ...
Nulla la notifica del verbale di multa effettuata presso l'abitazione della madre del destinatario
E' nulla la notifica di un verbale di multa, per infrazione al Codice della strada, consegnato alla madre del destinatario, non nella abitazione di quest'ultimo ma nella abitazione della madre. Secondo i giudici della Corte di cassazione (sentenza numero 7830/15) non basta che la persona cui sia stato consegnato l'atto ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca