Notifica del verbale al vecchio domicilio

Ho intenzione di fare ricorso per una cartella esattoriale di equitalia dovuta ad una violazione del codice della strada.

Non ricordo però di aver mai ricevuto il verbale della multa relativa a questa cartella esattoriale, e infatti poi, facendo una visura sul sito del comune di Roma (l’Ente pubblico creditore), ho scoperto che la notifica della stessa è avvenuta per “giacenza”, in un periodo in cui avevo da poco (circa 2 settimane) cambiato il mio domicilio.

Per farla breve, tutti i tentativi di notifica che mi sono stati fatti all’epoca,  (deposito c/o casa comunale del verbale, successiva raccomandata d’avviso ecc.) non sono andati a buon fine, tante è vero che nella visura che ho fatto, non compare alcuna data di notifica della multa, ma solo la data di deposito presso la casa comunale.

Mi chiedevo a questo punto, se per i fatti su esposti, non ci siano i presupposti per far ricorso e considerare nullo il verbale.

Lei non ci riferisce della data in cui è stata commessa l’infrazione. E quindi le rispondo includendo i due possibili scenari.

Nel caso di cambio di residenza, per verificare la validità della notifica effettuata al vecchio indirizzo, occorre fare riferimento alle seguenti regole, che benchè inerenti la notifica di atti relativi alle comunicazioni fra P.A. e contribuenti, conservano validità generale.

Notifiche effettuate al vecchio indirizzo tra il 19.12.2003 ed il 3.7.2006 incluso

Tali notifiche sono nulle, anche se avvenute dopo pochi giorni dal cambiamento di indirizzo. Ciò per effetto della sentenza della Corte costituzionale n. 360 del 19.12.2003, che ha stabilito che le variazioni e le modificazioni dell’indirizzo del contribuente hanno effetto ai fini delle notificazioni dal momento stesso della avvenuta variazione anagrafica e non dal sessantesimo giorno successivo, come previsto dall’articolo 60, ultimo comma, del D.P.R. n. 600/1973, dichiarato incostituzionale. In questo arco temporale, dunque, le variazioni di indirizzo del contribuente producevano effetto immediato, senza l’obbligo, a carico del contribuente, di comunicare la variazione all’ufficio competente. Conseguentemente gli atti di accertamento notificati in tale periodo al vecchio indirizzo del contribuente sono nulli.

Notifiche effettuate al vecchio indirizzo dopo il 4.7.2006

Dopo il 4.7.2006, le variazioni di indirizzo producono effetto dopo trenta giorni. Pertanto, dopo la data suddetta, le notifiche effettuate al vecchio indirizzo sono valide se effettuate entro il trentesimo giorno successivo a quello dell’avvenuta variazione. Ciò in quanto il 4.7.2006 è entrato in vigore il d.l. 223/06 convertito nella legge 248/06, il cui articolo 37, comma 27, prevede: “le variazioni di indirizzo, ai fini delle notifiche, hanno effetto a partire dal trentesimo giorno successivo a quello dell’avvenuta variazione anagrafica o, per le persone giuridiche e le società ed enti privi di personalità giuridica, dal trentesimo giorno successivo a quello della ricezione da parte dell’ufficio della comunicazione prescritta nel secondo comma dall’art. 36. Se la comunicazione è stata omessa la notificazione è eseguita validamente nel comune di domicilio fiscale risultante dall’ultima dichiarazione annuale”.

5 Febbraio 2012 · Tullio Solinas

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Posso fare ricorso per vizi di notifica?
Il 12-Nov-10 ricevo, ma non firmo, una multa dalla polizia stradale. Visto che dal 13-Ago-10 deve seguire anche la notifica per posta, può essere questo motivo, in caso di non osservanza, per fare ricorso alla cartella esattoriale? Dal giorno dell'infrazione, è arrivata direttamente dopo 15 mesi la cartella esattoriale. Posso far ricorso per pagare solo la multa senza tutte le maggiorazioni? ...

Ricorso a cartella esattoriale per un verbale di multa non pagato ma mai notificato
Il 14 /3/2012 ho ricevuto una cartella esattoriale relativa ad una multa che mi sarebbe stata notificata nel dicembre 2007. Io personalmente non ho mai ricevuto il verbale a cui fa riferimento la cartella anche perchè alla data della notifica, ossia il 7/12/2007, non ero in Italia. Sono andato al comando dei vigili per prendere visione della relata di notifica, ebbene la relata portava scritto "moglie" e firmata con il nome di mia moglie. Mia moglie purtroppo è deceduta nel 2008 ma la firma sulla relata certamente non è la sua. Cosa mi consigliate di fare? Posso fare ricorso per ...

Notifica multe e relativa cartella
Ho ricevuto la notifica di multe oltre i 90 giorni. Non ho fatto ricorso al giudice di pace entro i 60 giorni successivi. Sicuramente riceverò la cartella esattoriale e farò opposizione, perchè rimane sempre il vizio di notifica dei verbali che hanno originato la cartella. Cosa cambia in sostanza rispetto all'opposizione del verbale se fatto entro i 60 giorni. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Notifica del verbale al vecchio domicilio