Notifica cartella esattoriale via posta – Come risulta dalla copia dell’avviso di ricevimento non si capisce chi sia stato il consegnatario nè quale rapporto avesse con il destinatario dell’atto

Dalla visura del mio estratto conto esattoriale è emersa una cartella di pagamento che mi sarebbe stata notificata via posta alcuni anni fa, ma di cui non ho conoscenza alcuna.

Dopo accesso agli atti presso l’Agenzia delle Entrate Riscossione mi è stata fornita copia dell’avviso di ricevimento con una firma non conoscibile, senza alcuna indicazione di chi fosse il consegnatario, nè del rapporto com me, il destinatario.

Posso fare ricorso?

Se la notifica della cartella esattoriale non è avvenuta a mezzo ufficiale giudiziario, ma direttamente via posta, da parte di Agenzia delle Entrate Riscossione (ex Equitalia), si applicano le norme del regolamento postale, secondo il quale, fatta salva querela di falso, non sussiste alcun profilo di nullità ove la cartella di pagamento venga consegnata nel domicilio del destinatario e l’avviso di ricevimento venga sottoscritto dalla persona rinvenuta dal postino senza che risulti da esso la qualità del consegnatario o la sua relazione con il destinatario, a meno che il destinatario provi di essere stato, senza sua colpa, nell’impossibilità di prendere conoscenza del plico.

Qualora la comunicazione sia pervenuta all’indirizzo del destinatario, quest’ultimo non può paralizzare l’operatività della presunzione in base alla considerazione della mancata indicazione della qualità della persona cui è stato consegnata la cartella di pagamento.

Così si sono espressi i giudici della Corte di cassazione nell’ordinanza ordinanza n. 26705/2019.

Pertanto se vorrà impugnare la cartella esattoriale per vizio di notifica potrà esclusivamente procedere per querela di falso, dimostrando che la firma apposta sull’avviso di ricevimento è opera del postino.

23 Ottobre 2019 · Paolo Rastelli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Notifica cartella esattoriale via posta e querela di falso per firma disconosciuta apposta sull'avviso di ricevimento in possesso di Agenzia delle Entrate Riscossione
Spulciando l'estratto conto online nell'area riservata del sito di Agenzia delle Entrate riscossione ho preso visione di una cartella esattoriale di cui non conoscevo l'esistenza: mi sono pertanto recato presso la sede territoriale più vicina del concessionario ove ho presentato istanza per chiedere copia della relata di notifica e mi è stata consegnato un avviso di ricevimento postale sottoscritto con una firma che non è la mia, nè quella di mia moglie (viviamo da soli, non abbiamo figli e nello stabile non c'è portiere). Cosa mi conviene fare? ...

Cartella esattoriale di equitalia » Illegittima se consegnatario firma nello spazio del destinatario
Cartella esattoriale o altro atto di Equitalia? La firma irregolare non prova la completezza e la legittimità dell'attività del postino. Capita spesso: a casa vostra si presenta il postino a consegnare una cartella esattoriale di Equitalia o un accertamento dell'Agenzia delle Entrate, ma, presso l'abitazione, non è presente l'effettivo destinatario. Avviene, così, che la cartella esattoriale viene ritirata da un familiare convivente o da un'altra persona addetta alla ricezione degli atti. In tale fattispecie, il consegnatario firma la relata di notifica per ricevuta. Ebbene, attenzione a questa evenienza: qualora la sigla venga messa nel posto sbagliato, la notifica viene considerata ...

Notifica diretta della cartella esattoriale - Valida anche se la firma sull'avviso di ricevimento non è intellegibile
In tema di notifica a mezzo del servizio postale della cartella esattoriale emessa per la riscossione di imposte o sanzioni amministrative, la notifica può essere eseguita anche mediante invio, da parte dell'esattore, di lettera raccomandata con avviso di ricevimento; nel qual caso si ha per avvenuta alla data indicata nell'avviso di ricevimento sottoscritto dal ricevente o dal consegnatario, senza necessita di redigere un'apposita relata. Infatti la legge prescrive l'onere per l'esattore di conservare per cinque anni la matrice o la copia della cartella con la relazione di notifica o l'avviso di ricevimento, in ragione della forma di notificazione prescelta. L'ufficiale ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Notifica cartella esattoriale via posta – Come risulta dalla copia dell’avviso di ricevimento non si capisce chi sia stato il consegnatario nè quale rapporto avesse con il destinatario dell’atto