Notifica atti e cartelle esattoriali all'estero (Brasile) normativa/modalità

Buongiorno a tutti, vorrei avere delucidazioni in merito alle notifiche di atti (avvisi di accertamento e, successivamente, cartelle esattoriali) all’estero, segnatamente in Brasile. Con che modalità devono essere effettuate per ritenersi valide? Il caso è quello di un contribuente che a seguito di cessione dell’attività causa trasferimento definitivo in brasile, ha ricevuto, nel tempo, avviso di accertamento notificato al vecchio indirizzo in italia e cartella esattoriale in brasile (consegnata al portiere…). Com’è la disciplina delle notifiche all’estero? Il contribuente si è iscritto da subito negli elenchi dell’AIRE, questo comporta qualche differenza alla disciplina generale?
grazie per l’attenzione.

L’agenzia delle entrate avvia una procedura di mutua assistenza tra paesi esteri in materia di notifiche affinche’ l’atto giunga al destinatario (in primis deve tener conto delle eventuali convenzioni internazionali tra i paesi interessati, poi puo’ tentare l’utilizzo delle autorita’ consolari per poi arrivare all’affissione di un avviso nell’albo dell’ufficio giudiziario davanti a cui si procede con spedizione di una copia al destinatario per raccomandata a/r, come recita l’art.142 c.p.c.).

Questa procedura è stata introdotta grazie ad un accordo tra Equitalia e Agenzia delle entrate conseguente alla sentenza della Corte Costituzionale n.366/07 che ha sancito l’illegittimita’ delle precedenti disposizioni di notifica (disciplinate dal dpr 600/73 art.58 e 60 e dal dpr 602/73 art.26) che prevedevano il deposito dell’atto presso la cassa comunale del luogo dove il soggetto aveva avuto l’ultima residenza nello Stato italiano, con contemporanea affissione di avviso nell’albo dello stesso comune. (Fonte: Direttiva Equitalia del 19/3/08)

19 Settembre 2011 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Debito italiano per residente in Brasile
Sono residente in brasile da più di 20 anni, mi sto portando dietro un vecchio debito in italia da un ventennio con la banca di circa 20 mila euro: ho ricevuto alcune lettere in passato al mio Vecchio indirizzo in italia e ultimamente ho ricevuto una lettera in Brasile per tentare di recuperare il credito: cosa rischio per favore? ...

Notifica diretta (semplificata) a mezzo posta di avvisi di accertamento e cartelle esattoriali - Se l'atto è consegnato al portiere non è necessaria la raccomandata informativa da spedire all'effettivo destinatario
Gli uffici dell'amministrazione finanziaria (Agenzia delle entrate) ed il concessionario della riscossione (Equitalia) possono procedere alla notifica a mezzo posta ed in modo diretto degli avvisi e degli atti che per legge vanno notificati al contribuente. Ne consegue che, quando l'ufficio dell'amministrazione finanziaria, o il concessionario si sia avvalso di tale facoltà di notifica semplificata, alla spedizione dell'atto si applicano le norme concernenti il servizio postale ordinario, anche con specifico riferimento ad un atto notificato a mezzo portiere per il quale non è necessaria la raccomandata informativa successivamente spedita all'effettivo destinatario. Tale conclusione trova conforto nel chiaro tenore testuale dell'art. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Notifica atti e cartelle esattoriali all'estero (Brasile) normativa/modalità