Normativa attuale del diritto di precedenza nelle assunzioni

Salve sono in difficoltà per motivi economici: devo chiedere la trasformazione del partime a tempo pieno e vorrei capire la normativa che regola questo diritto, essendo stata assunta a tempo pieno trasformato successivamente in partime. Ora per necessità mi vedo costretta a fare richiesta e non vorrei sbagliare. Scrivendo faccio presente che il sindacato mi ha detto che non ne ho diritto, ma da cosa si è capito. E' dalla parte del datore di lavoro che per certo ostacolerà la mia richiesta. Ringrazio in anticipo.

La legge prevede solo un diritto di priorità nelle assunzioni a tempo pieno per i lavoratori che abbiano precedentemente chiesto ed ottenuto la trasformazione del proprio rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale.

Ma deve trattarsi di assunzioni relative a mansioni quanto meno equivalenti. Inoltre, le nuove assunzioni devono non solo riguardare lavoratori con mansioni analoghe, ma anche avvenire nello stesso ambito comunale.

In pratica, se non c'è il consenso del datore di lavoro alla trasformazione del rapporto da part time a tempo pieno, lei potrà chiedere, ex lege, la trasformazione del rapporto di lavoro solo quando l'azienda procederà all'assunzione di uno o più lavoratori con mansioni analoghe alle sue e nello stesso comune in cui è ubicata la sede in cui lei esplica la prestazione lavorativa.

Purtroppo, il sindacato a cui si è rivolta ha ragione. Non può assolutamente affiancarla in una richiesta che non ha fondamenti nel diritto.

12 febbraio 2014 · Simone di Saintjust

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Trasformazione rapporto di lavoro a tempo parziale - Come si calcola l'anzianità per il trattamento pensionistico
Il lavoro a tempo parziale costituisce un tipo particolare di rapporto lavorativo caratterizzato dalla mera riduzione della normale durata temporale della prestazione. Il lavoratore a tempo parziale ha i medesimi diritti di un lavoratore a tempo pieno ed il suo trattamento economico e normativo è riproporzionato in ragione della ridotta ...
Diritto d'uso - L'usuario può modificare lo stato del bene concesso in comodato
Il diritto d'uso, quale diritto reale disciplinato dal Codice civile (articolo 1021 e seguenti) attribuisce al suo titolare il diritto di servirsi della cosa e di trarne i frutti per il soddisfacimento dei bisogni propri e della propria famiglia, diritto che, nel suo concreto esercizio, non può non implicare il ...
Normativa sull'abuso del diritto in ambito fiscale
Configurano abuso del diritto una o più operazioni prive di sostanza economica che, pur nel rispetto formale delle norme fiscali, realizzano essenzialmente vantaggi fiscali indebiti. Tali operazioni non sono opponibili all'amministrazione finanziaria, che ne disconosce i vantaggi determinando i tributi sulla base delle norme e dei principi elusi e tenuto ...
Rifiuto del lavoratore di passare da tempo pieno a tempo parziale - Non può costituire motivo di licenziamento
La norma nazionale, interpretata alla luce di quella comunitaria, impone di ritenere che il datore di lavoro che licenzi il lavoratore che rifiuta la riduzione di orario ha l'onere di dimostrare che sussistono effettive esigenze economico ­organizzative in base alle quali la prestazione non può essere mantenuta a tempo pieno, ...
Fallimento del costruttore e casa venduta all'asta » Diritto di prelazione esteso al coniuge dell'acquirente
Immobile di famiglia in vendita all'asta: il piano casa supera la limitazione della legge del 2005 stabilendo la prelazione anche del coniuge. Acquisto di un immobile su carta: firma del contratto preliminare e anticipo delle somme al costruttore. Qualora l'alloggio, per il quale quindi non è stato ancora sottoscritto il ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca