Finanziamento di credito al consumo

Ho pagato 57 rate delle 84 previste di un finanziamento di credito al consumo contratto con l’allora Citifin.

Il finanziamento risale al 2008 e ho smesso di pagare nel dicembre 2011.

Non posso più pagarlo e non nascondo che parte di questa decisione deriva da un sentimento di rivalsa per aver stupidamente accettato, allora, un tasso del 15%.

Un paio di anni fa ho ricevuto una comunicazione nella quale mi notificavano il passaggio del credito dalla Citifin ad un altra finanziaria. Da quel momento ho pensato di dover fa qualcosa per tentare di avere almeno una rinegoziazione del tasso, ma ho poi deciso di non pagare più.

Come da prassi, non passa mese che non vengo contattato da ‘titolati’ operatori di call center (sono anche venuti a casa per lasciare un avviso nella cassetta della posta), che mi ‘consigliano’ di pagare almeno una rata insoluta (leggi provvigioni), prima che la situazione diventi ‘pesante’, ed hanno già pronunciato la parola ‘ingiuntivo’.

Io ho sempre risposto picche, e non mi sono ancora pronunciato circa la mia idea di una proposta di saldo a stralcio. So che mi conviene aspettare una loro iniziativa in merito. Sono passati tre mesi da quando non pago più, è troppo presto?

Credo di si, ma vorrei un consiglio sulla strategia da seguire; Posso continuare a ‘subire’ i solleciti fino ad una loro proposta, ma c’è la possibilità che io possa ricevere un decreto ingiuntivo già ora e senza preavviso?

E se andrà tutto per il peggio, rischio il pignoramento del mio stipendio? (non ho intestato nulla).

Il ricorso per decreto ingiuntivo le deve essere notificato e lei ha 40 giorni, dalla data di notifica, per presentare una opposizione motivata.

Potrebbe cominciare ad elaborare una strategia di difesa in prospettiva, basata su fatti e documenti, e non su sensazioni.

A questo proposito, andrebbero esaminate le tabelle di Banca d’Italia sul TEGM (Tasso Effettivo Globale Medio) dal 2008 ad oggi – che può trovare qui.

Si tratta, come potrà vedere, di tabelle classificate per anno. Per ciascun anno sono riportati i tassi effettivi globali medi ed il tasso soglia di usura in relazione alle varie tipologie di credito. Potrà individuare molto semplicemente il tipo di credito (prestito personale, revolving, prestito finalizzato) che le è stato erogato.

Un articolo esplicativo su come si ottiene dal TEGM il tasso soglia di usura è riportato qui. Lo segnalo solo per chi avesse questa curiosità.

Tornando a noi, se riesce ad individuare un periodo di tempo (anche un solo mese) in cui il tasso applicatole del 15% supera la soglia limite di usura, avrà risolto i suoi problemi.

Per il resto, certamente, per giungere ad una transazione a saldo stralcio veramente vantaggiosa bisogna attendere che la proposta venga formulata dal creditore. Il problema è che difficilmente il creditore farà il primo passo, potendo contare sul pignoramento del suo stipendio nella misura massima di un quinto.

Se le piace “bluffare” può sempre riferire, nelle conversazioni telefoniche con gli operatori di call center dell’attuale cessionaria, che sul suo stipendio già grava un pignoramento del quinto per i futuri tot mesi. Di solito non si danno pena di controllare e questo messaggio, opportunamente veicolato, potrebbe rappresentare un deterrente per una eventuale azione ingiuntiva (il creditore dovrebbe comunque aspettare, per il rimborso, che sia stato concluso il piano di rientro del primo creditore procedente). In più, se abboccano, potrebbero anche presentarle una proposta di saldo stralcio che sia per lei soddisfacente.

1 Febbraio 2012 · Michelozzo Marra

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Cessione del credito Citifin a Leo Consumo
Prima pagavo le rate a citifin ora le pago a Leo consumo. Se prima non avessi pagato, citifin mi avrebbe segnalato in crif. La domanda è: con la cessione in questione il credito diventa un credito commerciale (come quello verso un fornitore) o anche leo consumo, se le rate non fossero pagate, farebbe la sua segnalazione in crif? ...

Prestiti Personali e a Consumo
Ho due prestiti in atto di cui uno personale ed uno al consumo che non riesco a pagare più per pieghe che ha preso la mia vita che non sto qui a raccontare. Comunque fornisco di seguito dei dati oggettivi che potranno servire da valutazione. 1) Il finanziamento di personale mi è stato dato in conseguenza ad un voucher che mi arrivò a casa 4 anni fà che mostrava: "7500 €. per lei senza nessuna garanzia". Io ne avevo bisogno per dei lavori che dovevo fare ai denti e NONOSTANTE FOSSI DISOCCUPATO, mi presentai al Monte paschi di Siena della ...

Finanziamento agos
Su un finanziamento di 20 mila euro con Agos (pagate solo 10 rate)e per motivi economici (revoca pensione) non più pagabile, ho fatto una proposta a saldo e stralcio con lettera raccomandata, ma non ho avuto ancora nessuna risposta. Come devo comportarmi con AGOS? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Finanziamento di credito al consumo